Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, paura a Vignanello. Auto e moto sfrecciano pericolosamente sulle strade del rione Talano

Nicola Piermartini 
  • a
  • a
  • a

“Possibile che, in alcune ore del giorno e della sera, non si riesca a sentire una parola dei programmi televisivi?” “Facendo una passeggiata per le strade, bisogna avere cento occhi. Sfrecciano ‘due ruote’ , anche auto, a velocità sostenuta e con rombi assordanti”. “Il rispetto della segnaletica verticale e orizzontale è diventato un optional”.  Dichiarazioni, le precedenti nel rione di Talano a Vignanello, in zone di recente espansione urbanistica. Le strade, ampie e generalmente rettilinee, invitano a pigiare sull’acceleratore. Sembra che sortiscano effetti marginali i dissuasori di velocità, denominati comunemente dossi di rallentamento, istallati di recente in vie del rione. 


Gli abitanti delle zone in argomento hanno pensato anche ad una raccolta di firme per segnalare il fenomeno alle autorità preposte. Per la verità, pattuglie delle forze dell’ordine percorrono i viali in argomento quotidianamente. Superfluo rilevare il fatto che, con i velocissimi e diffusi mezzi di comunicazione attuali, un tam tam istantaneo avverte della presenza di vigili e carabinieri. 

 

Oltre alla soglia del rumore abbondantemente superata; oltre alla guida disinvolta, è sempre in agguato il pericolo di incidenti. Sufficiente, in proposito, dare uno sguardo, anche fuggevole, ad eventi significativi degli anni più recenti. “Un accenno, infine, agli stuoli di giovanissimi in bicicletta”, hanno sottolineato ancora i residenti. “Percorrono le stesse strade degli altri veicoli, con conoscenza sommaria delle regole del codice della strada”.