Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo auto impazzita a Civita Castellana. Distrutte le fioriere di piazza Giacomo Matteotti

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

La notte tra domenica 13 e lunedì 14 giugno un’auto, ad elevata velocità, ha scatenato il panico nella centrale piazza Giacomo Matteotti a Civita Castellana. Per motivi ancora ignoti (sulla dinamica dell’accaduto stanno indagando e facendo chiarezza le forze dell’ordine) il guidatore della vettura ha sbandato, colpendo e distruggendo tre fioriere di ghisa posizionate nelle vicinanze della famosa Fontana dei Draghi, posta al centro della piazza.

Un impatto forte e violento, tanto da far capovolgere le tre fioriere che sono piuttosto pesanti, sia perché riempite di terriccio e sia perché realizzate in ghisa. Fortunatamente, quando è avvenuto l’incidente, nessuna persona si trovava lungo l’impazzita e anomala traiettoria compiuta dall’automobile. Oltre ai numerosi commenti scandalizzati, amari e infuriati da parte di cittadini e di residenti che esprimono il loro disappunto sui social, sul grave episodio interviene anche il sindaco Luca Giampieri che commenta: “Quanto avvenuto a piazza Giacomo Matteotti è sconcertante. Si tratta di un episodio assolutamente da condannare. Fortunatamente si sono verificati soltanto danni alle cose e non alle persone. I carabinieri, intervenuti sul posto per gli accertamenti del caso, stanno indagando sulla vicenda per cercare di rintracciare e di individuare l’autore della bravata. Ovviamente il colpevole, una volta scoperto, dovrà ripagare all’ente comunale i danni provocati dall’incidente. Le indagini delle forze dell’ordine potranno utilizzare anche le immagini video riprese dalle telecamere che sono posizionate in piazza Giacomo Matteotti. Spero che il colpevole possa essere individuato”.

 

Indubbiamente a Civita Castellana lo scempio delle tre fioriere distrutte ha destato molto scalpore tra la cittadinanza. In attesa di conoscere l’esito delle indagini e la verità dei fatti, la gente, quando si verificano eventi simili, rimane sconcertata e si preoccupa. Qualcuno sui social chiede maggiori controlli nel centro storico cittadino a tutela della sicurezza e della tranquillità pubblica.