Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, l'olio extravergine d'oliva della Tuscia conquista New York. Le aziende premiate

Veronica Ruggiero
  • a
  • a
  • a

L’olio della Tuscia riconosciuto e premiato a livello internazionale. Sono numerose le aziende che da tempo stanno cambiando il modo di concepire la produzione olearia e in generale l’olio extravergine di oliva. Un cambio di rotta dettato in parte, dalle esigenze di distinguersi all’interno di un mercato a volte deludente, ma in gran parte dalla voglia di confrontarsi con consumatori più consapevoli e attenti all’eccellenza di un prodotto diventato ormai da degustazione, più che un ingrediente.  Una pioggia di medaglie d’oro, ben 11, per la produzione olearia 2020, solo nel viterbese, al “New York international olive oil competition world 2021”. Premiate durante una cerimonia rigorosamente organizzata on line, secondo le norme anti Covid, le aziende della Tuscia si sono distinte per lungimiranza e passione. 

Il primo premio, medaglia d’oro nella “sezione Bio”, è andato all’azienda di Alessandra Nicolai di Montefiascone, per l’etichetta “A1980 olio Evo biologico”. Grande soddisfazione per la famiglia Nicolai, che solo da qualche anno fa, si è cimentata nel campo dell’olivicoltura. “Siamo un’azienda a conduzione familiare – ha dichiarato Alessandra Nicolai –, e da soli tre anni ci siamo inseriti nel mondo dell’olio. Questo premio è arrivato in maniera totalmente inaspettata, ma è stato motivo di grande orgoglio perché stiamo veramente dedicando anima e corpo al progetto”. Due riconoscimenti all’azienda di Francesca Boni per l’olio Traldi monocultivar Caninese Eximius e Traldi blend Athos. Gold medal anche per il “Cru dei cru” blend caninese dell’azienda I&P di Canino, specializzata nella produzione di oli mono varietali e mono cultivar, che a livello internazionale ha raccolto grandi riconoscimenti non solo a New York, ma anche in Giappone.  Tre le varietà I&P premiate all’edizione 2021 dell’Olive Japan: Grand cru la ramata, varietà Rosciola raccolto 2020; Grand cru 40 rubbie, varietà Maurino raccolto 2020 e Grand cru musignano, varietà Caninese raccolto 2020. 

 

Successi e consensi anche per “Forte & eccelso”, il blend costituito dai migliori tre raccolti dell’annata, che ha riscosso il premio “Best in class” al Joop (Japan olive oil prize), dove sono state conferite due medaglie d’oro anche ai mono varietali Grand cru 40 rubbie e al Grand Cru musignano.  La Tuscia rinnova quindi la sua importante tradizione di eccellenza nel campo dell’olivicoltura, vincendo titoli di prestigio a livello mondiale e rappresentando nel mondo il made in Italy di altissima qualità.