Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A Orte due Frecciarossa dal 13 giugno. Ecco tutti gli orari

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

Con due fermate del Frecciarossa al giorno, l’alta velocità arriva a Orte da domenica 13 giugno. Un sogno che si avvera per la provincia di Viterbo e l’Umbria, che da anni lottavano per questo risultato.  La prima fermata sarà alle 6.41: destinazione del treno Torino, dove l’arrivo è previsto alle 11.03. Fermate intermedie a Reggio Emilia, Bologna e Milano. La seconda sarà invece alle 22.20 e riguarda un treno proveniente da Milano e con fermate intermedie a Bologna, Reggio Emilia e Firenze. L’arrivo a Roma Termini alle 23.05, dopo un’altra fermata a Roma Tiburtina. A presentare, ieri mattina, 27 maggio, lo storico traguardo sono stati il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’amministratore delegato di Trenitalia, Luigi Corradi, nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato anche la governatrice dell’Umbria, Donatella Tesei

 

“La provincia di Viterbo e l’Umbria – ha detto subito Zingaretti – vivono oggi una giornata storica. Questa è una risposta ai territori, ma è utile anche per Roma, che potrà godere di minor traffico”. Orte è un punto nevralgico nei trasporti e nella logistica del Centro Italia a Nord di Roma: con la fermata del Frecciarossa si potranno migliorare da un lato le condizioni di viaggio dei cittadini, pendolari e non, e dall’altro la capacità di attrazione turistica della Tuscia viterbese e dell’Umbria”. Inoltre, ha sottolineato, una nuova fermata dell’alta velocità gioverà allo sviluppo di quella parte di Penisola che l’ex segretario Pd definisce “l'Italia tra i due mari”. 
“Come azienda - ha detto invece Corradi - dobbiamo collegare le grandi città, ma anche quei centri di piccola e media grandezza che fanno parte di un conglomerato di città e paesi. E questo è proprio il caso di Orte”. “Per noi quello di oggi è un risultato importante, l’Umbria – ha spiegato dal canto suo la governatrice Tesei - per questo servizio ha un bacino di utenza di almeno 350 mila abitanti. Il risparmio di tempo che questa fermata di Orte rappresenta permetterà alla nostra regione di uscire dall’isolamento. Con Trenitalia stiamo dialogando per cercare un raddoppio del Frecciarossa da Perugia in estate e in ogni caso l’Italia centrale deve fare squadra. Muoviamoci di più in treno che non su gomma: è questo il futuro dell’Italia”. 

 

Nel Lazio in poco tempo si è passati da due a cinque fermate dell’alta velocità: “Cassino, Frosinone e Orte - ha notato ancora Zingaretti - si aggiungono a Roma Termini e Roma Tiburtina. D’altra parte, il Lazio produce l’11.3 per cento del pil nazionale e con l’Umbria siamo un bacino molto importante. La mobilità post Covid sarà fondamentale per migliorare la competitività del Centro Italia. E Orte è strategico anche per la direttrice stradale con Civitavecchia”. “Come ha detto Donatella Tesei – ha concluso - stiamo lavorando per fare sistema tra le cinque regioni del Centro Italia. L’Italia tra i due mari, con il 22 per cento della popolazione italiana e il 23.5 per cento del pil nazionale, è al centro di un grande progetto che si poggia sullo sviluppo del trasporto ferroviario”.