Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, corsa al vaccino Johnson&Johnson. Portale della Regione Lazio in tilt

D. V.
  • a
  • a
  • a

Vaccino della Johnson&Johnson nelle farmacie, il portale per le prenotazioni è andato subito in tilt, per una serie di circostanze che fanno sì che il “via” reale sarà con tutta probabilità a giugno. Da ieri, lunedì 24 maggio, infatti, non era più solo la clinica Santa Teresa di Viterbo, ad essere abilitata all'inoculazione, ma sono entrate in gioco anche le farmacie di tutta la provincia che hanno dato la loro disponibilità. 

 

Due le ragioni principali che faranno slittare di fatto di qualche giorno il via: innanzitutto la corsa ad accapparrarsi il Janssen, vaccino della nota casa farmaceutica. Avendo avuto l’informazione in anticipo, i cittadini della provincia hanno subissato di richieste le loro farmacie di riferimento, per ora soltanto di persona, a voce, poi ufficialmente tramite portale. Seconda ragione: le farmacie non hanno una scadenza entro la quale dover aderire, come spiega il dottor Salvatore Menditto, presidente dell’Ordine dei farmacisti di Viterbo, e tuttora le loro adesioni sono in corso; solo tra qualche settimana sarà possibile fare un bilancio di quante delle circa 115 farmacie della provincia ha aderito al protocollo; fino a qualche giorno fa erano tra il 40 e il 50 per cento. Tra quelle che lo hanno già fatto c’è la Farmacia Polidori di Vallerano: “Sono circa una ventina i cittadini che ci hanno chiesto informazioni perché vogliono effettuare il vaccino presso di noi e altri continuano a chiederle ancora oggi. Noi siamo pronti e felici di poter essere utili alla collettività”. In realtà il sito ieri non permetteva ancora di procedere con la richiesta di appuntamento. Dovrà essere messo a punto per fare fronte alle centinaia di aspiranti vaccinati, ognuno con la possibilità di scegliere il sito più vicino alla propria abitazione. Sarà un bel modo per fare un balzo in avanti con il numero in provincia di tutti i vaccinati, abbassando sempre di più quell’indice di contagiosità che tanto fa tremare per la riapertura delle attività e la loro ripresa economica. 

 

Intanto ieri l’assessore regionale D’Amato ha annunciato che “nel Lazio abbiamo superato 3 milioni di somministrazioni con oltre 2 milioni di prime dosi e circa un milione di vaccinazioni completate. Il 42,3% della popolazione target ha ricevuto almeno una dose di vaccino”. Questa notte, alle 24, si aprirà l’ultima classe di età 40/43 anni (nati nel 1978/1981) mentre giovedì 27 maggio partiranno le prenotazioni per i maturandi e le somministrazioni avverranno nei centri Pfizer martedì 1, mercoledì 2 e giovedì 3 giugno. Le prenotazioni per i maturandi potranno essere effettuate all’indirizzo https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/main/home, accessibile anche dal portale salutelazio.it.