Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo Covid, vaccino agli over 35. Tutto esaurito per il primo Open Day

Esplora:

Daniela Venanzi
  • a
  • a
  • a

Tutto esaurito al centro vaccinazioni della parrocchia della Grotticella nella seconda settimana consecutiva dedicata all’Open day, che si conclude oggi, domenica 23 maggio. Ieri all’ingresso, grazie al ticket virtuale delle prenotazioni a cui hanno potuto avere accesso gli over 35, c’era una fila ordinata e scorrevole. “Non c’è più un posto disponile - ha affermato un addetto alla sicurezza -, le prenotazioni sono andate tutte consumate in poche ore e oggi (ieri, ndr) vengono solo quelli che hanno l’appuntamento”. Secondo quanto raccontato dagli addetti nella giornata di ieri sono state soprattutto le donne dai 40 ai 50 anni, circa un 70% sul totale che si è presentato, ad aver ricevuto il vaccino. Insomma, nonostante la dose AstraZeneca non goda di ottima fama mediatica, a Viterbo nessuno si è fatto spaventare e così alla Grotticella la somministrazione è andata avanti per tutto il giorno e tutto è filato liscio.

 

“Sì - ha confermato il ragazzo della sicurezza -, da quando è iniziata la somministrazione in questo centro non ci sono state notizie di reazioni avverse. Io stesso ho fatto il vaccino AstraZeneca poco tempo fa, e a parte qualche brivido non ho avuto nulla”. Tra le fortunate in fila anche una ragazza di 35 anni, la speranza è che presto si possa fare un altro Open day per dare spazio anche a chi è rimasto fuori da questo secondo week-end di vaccinazioni. “La voglia di tornare a vivere è tanta - dice Francesco Vidoni, 44 anni, di Capranica -. Dobbiamo vaccinarci tutti, è questo quello che penso, e appena ho avuto la possibilità non ho esitato a farlo. Nessuna paura per AstraZeneca, sono stanco di vivere con il terrore del Covid. E’ l’unica possibilità di salvezza e, anzi, invito tutti a farlo quanto prima”.

 

Anche Sveta Mastrandrea, 40 anni appena compiuti, non ha esitato un attimo: “Aspettare che aprissero le prenotazioni per la mia fascia d’età mi metteva in agitazione. Ho voglia di uscire, di vedere amici, di tornare a mangiare fuori e così questa occasione non ho voluto farmela scappare. Penso che il vaccino sia sicuro e che sia molto più a rischio prendere l’automobile per andare da qui a Milano”. Tranquillità estrema anche tra gli altri over 35 in attesa, chi ha deciso di venire lo ha fatto perché la depressione da Covid batte la paura del vaccino uno a dieci. Una puntura e si torna liberi, adesso anche dopo la prima somministrazione e dopo i 14 giorni di prassi. Intanto, in attesa di nuove vaccinazioni di massa che potrebbero ripetersi nelle prossime settimane, da domani nella Tuscia e nel resto della regione si potrà prenotare, sul portale regionale Salute Lazio, il vaccino Johnson & Johnson nelle farmacie. Lo ha ricordato ieri l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Alla farmacia prescelta - ha aggiunto D’Amato - si accede soltanto previa prenotazione”.