Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Talete multata da Arera per non aver risposto allo sportello e per il bonus idrico

Esplora:
Talete Gli uffici nella sede di via Romiti

A. D.
  • a
  • a
  • a

Piove sul bagnato, in quanto le disastrate finanze della disastrata Talete spa sono gravate anche da una sanzione di 60 mila euro comminata dall'Autorità del settore idrico. Lo ha detto in aula la consigliera di minoranza Luisa Ciambella. Che ha suggellato una seduta fiume che ha portato all'approvazione del bilancio di previsione 2021: “Ecco la lettera del 3 maggio di Arera – ha detto la consigliera dem - che ha comminato una sanzione alla società che gestisce le risorse idriche della provincia, per non avere provveduto a rispondere, entro i termini, sui reclami allo sportello e per il bonus idrico sociale”. 

 

E ancora: “Ai danni che voi avete arrecato alla città con questo bilancio, si sommano i danni che continua a fare una vostra società partecipata: Talete”. La sanzione fa seguito alla diffida a rispondere agli utenti, inviata dall'autorità nel dicembre scorso: “Insomma – ha aggiunto la consigliera, che ha fatto mettere agli atti la lettera di Arera – io dicevo a questa maggioranza che doveva controllare meglio la società partecipata Talete, ma voi mi trattavate come una rompiscatole”. 

 

Per la precisione si tratta di una sanzione di 58 mila e 800 euro. Secondo la consigliera del Partito democratico si tratta di una sanzione che la spa, di cui sono soci i Comuni della Tuscia e l'amministrazione provinciale, avrebbe potuto evitare se fossero state rispettate le regole e i compiti prefissati. “La parte che riguarda il bonus idrico è grave – ha sottolineato Ciambella a fine seduta –, perché si tratta di un provvedimento che tocca persone non abbienti, e quindi impatta su utenti in condizioni di vulnerabilità”.