Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, il paese delle fiabe abbandonato. Borgo di Sant'Angelo di Roccalvecce nel degrado

  • a
  • a
  • a

Il borgo di Sant’Angelo rinasce ma Palazzo dei Priori sembra non rendersene conto e non investe sul futuro della frazione che ogni fine settimana accoglie un numero di turisti che, se parametrato sulle dimensioni, la stessa città di Viterbo può solo sognare. Mentre i privati investono il Comune rimane fermo. Cade a pezzi l’edificio comunale che ospita l’ambulatorio medico. Dagli inizi di febbraio una transenna spezza in due il percorso di visita del paese perché è stata disposta la chiusura di via delle Mura Saracene. Questo, a seguito di un intervento dei vigili del fuoco che hanno constatato la pericolosità di alcuni massi posti a chiusura di una canna fumaria. Il dirigente del settore Lavori Pubblici ha disposto la chiusura, a tutela della pubblica incolumità, ma a distanza di mesi non risulta sia cambiato nulla.

 

Il paese delle fiabe è fiorito grazie all'idea dei murales con tema il mondo del fantastico. Una quarantina i dipinti murali realizzati dal 2017 a oggi, e nei fine settimana si spingono in questo angolo del comune di Viterbo, tra le campagne, migliaia di turisti. Praticamente più di quanti entrano settimanalmente al Polo del Colle del Duomo, il principale rilevatore del flussi turistici del capoluogo. Eppure, l’amministrazione Arena sembra essere cieca sul ruolo che il comune dovrebbe giocare in un luogo del genere, capace di costruire sviluppo tramite un’idea economia e indotto.

 

 

Qui, negli ultimi anni, grazie al turismo hanno aperto ristoranti e attività del food, strutture ricettive e negozi di souvenir. Un qualcosa che in tanti chiamano miracolo e che in parecchi guardano con fiducia e voglia di fare. Tanti, ma non chi amministra il territorio. Così racconta l’edificio comunale decadente ed elemento di degrado di una piazza dove spiccano murales molto apprezzati e fotografati. Così testimonia una transenna che sfregia il borgo delle fiabe e la sua magia e che sa di un modo, di intervenire sui problemi, tanto burocratese e poco al passo con i tempi.