Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tarquinia, ponte crollato e mai ricostruito. Disagi per cinquanta agricoltori

Anna Maria Vinci
  • a
  • a
  • a

TarquiniaPian di Spille, ponticello crollato e mai ripristinato. Cinquanta agricoltori in difficoltà e protestano per il rimpallo di competenze e le lungaggini per riattivare la viabilità. “Ci hanno detto che la competenza è Arsial che ha appaltato i lavori, - riferiscono - a gennaio la perizia 6000 euro ma i tempi sono lunghi abbiamo bisogno di questa strada per il nostro lavoro, non possiamo fare mezz’ora di strada in più per arrivare al terreno, quando poi arriveranno i mezzi pesanti che porteranno via i pomodori è l’unica strada percorribile. Da qui passano anche i turisti in bicicletta e lo attraversano anche a rischio della loro incolumità. Manca poi la segnaletica luminosa e stradale che indichi che la strada è chiusa. Il comune ci ha riferito che ha sollecitato Arsial, che tra l’altro mesi fa ha inviato i tecnici per la stima del lavoro, e che o questo ente o il comune per loro,farà la ristrutturazione”.

 

Sul posto anche dei consiglieri a supporto della protesta: Maurizio Conversini e Arianna Centini (Mov. civico) Luigi Caria (Pci) Emanuele Scomparini (Pd), Andrea Andreani (M5S). Conversini : “In somma urgenza si metta la piastra di ferro ex bascola della dogana della Barriera San Giusto, già utilizzata per il ponticello del pidocchio. Benedetti poteva farlo, dato che si tratta di lavori di somma urgenza”. Andreani: “Urgente ripristinarla anche in virtù dei turisti e dei cittadini che lavorano queste terre”. Scomparin: “Nel periodo estivo è una strada trafficata bisogna fare presto e ci attiveremo per chiedere l’immediato ripristino”. Caria: “Il sindaco si deve preoccupare dei suoi cittadini, basta ping pong”. Sulla questione anche l’assessore Serafini: “La strada è dell’Arsial, stiamo sollecitando .Purtroppo è cambiato il direttore e devono approvare le variazioni di bilancio”.

 

 

Insomma una situazione di disagio che si sta trascinando ormai da troppo tempo con gli agricoltori che chiedono una soluzione in tempi brevi.