Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morto l'avvocato Nazzareno Ferrata marito dell'assessore Laura Allegrini. i funerali a Gradoli

Annamaria Socciarelli
  • a
  • a
  • a

Se n’è andato nella notte tra giovedì 15 e verdì 16 aprile l’avvocato Nazzareno Ferrata, marito dell’assessore comunale di Viterbo Laura Allegrini. Aveva 77 anni, ne avrebbe compiuti 78 fra un mese ed era molto conosciuto in paese perché pronipote del Domenico Ferrata, segretario di Stato di Papa Benedetto XV. Nazzareno Ferrata era una persona cordiale, con grande senso dell’umorismo “con lui se ne va un altro pezzetto di storia locale” ha commentato il sindaco di Gradoli Attilio Mancini. Deceduto a causa di uno di quei terribili mali che lasciano scampo a pochi, l’avvocato Ferrata sarà tumulato nella cappella di famiglia (vicina al mausoleo in stile liberty che sovrasta il cimitero di Gradoli), dopo i funerali che si terranno oggi, 17 aprile, alle ore 16, nella chiesa collegiata di Santa Maria Maddalena. A comunicarne la scomparsa è stata la stessa Laura Allegrini che, con un commovente post su Facebook ha ricordato la sua fede, la sua discrezione e la sua grande generosità, ringraziando Dio per averlo conosciuto. 

 

Messaggi di cordoglio sono arrivati da più parti. “Se n’è andata una persona di grande spessore, professionale e umano -, ha dichiarato il sindaco di Viterbo Giovanni Arena -. A nome mio personale e in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, giungano all’assessore Allegrini le più sentite condoglianze, tutta la nostra vicinanza e il nostro più caloroso abbraccio”. 
“A Laura - scrive Mauro Rotelli -, colpita da questo grande dolore, giungano le nostre più sentite condoglianze e l’abbraccio da parte dell’intera comunità di Fratelli d’Italia, che le è vicina in questo difficile momento”. 

 


E infine il sindaco di Gradoli, che lo ricorda come “una persona gentile, socievole e affabile. Riposerà in quella cappella che ha sempre curato con affetto e attenzione. Alla moglie le nostre più sentite condoglianze”.