Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, cani morti nelle campagne. L'ombra dei combattimenti clandestini nella Tuscia

  • a
  • a
  • a

L'ombra dei combattimenti clandestini tra cani nella Tuscia. Il sospetto è nato dopo il ritrovamento, nei giorni scorsi, delle carcasse di alcuni cani pitbull quasi sicuramente deceduti in seguito alle ferite riportate durante dei combattimenti clandestini. A riportare la notizia del ritrovamento e del sospetto che nella Tuscia si stanno svolgendo dei duelli clandestini è il sito di informazione viterbese La Fune (clicca qui per leggere).

 

La scorsa settimana nei dintorni di Viterbo sono stati ritrovati dalla guardia forestale dei corpi senza vita di cani di razza Pitbull deceduti quasi sicuramente in combattimenti clandestini, riporta il sito. Un ritrovamento apre uno scenario investigativo inquietante. Il sospetto è che nelle vaste campagne della Tuscia possano svolgersi, magari di notte e sfruttando anche la quiete del lockdown, dei combattimenti tra cani. La Forestale sta cercando di risalire ai proprietari degli animali trovati morti ma, da quello che filtra, non ci sarebbero elementi per identificare i cani attraverso l'anagrafe canina. Non avrebbero microchip o tatuaggi.

 

I combattimenti tra cani vengono spesso organizzati su Facebook utilizzando un linguaggio in codice. Per addestrare i cani ai combattimenti vengono usate pratiche crudeli:  bastonate, giorni a digiuno,elettrodi inseriti nell’ano, appesi per le zampe giornate intere, digiuni forzati e poi nutrimenti a base di animali sanguinanti, dosi massicce e costanti di calci e pugni il tutto per esaltare ai livelli massimi l’aggressività. scommesse che partono da poche centinaia di euro fino ad arrivare a puntate da migliaia di euro per i combattimenti più quotati. Il fenomeno è in crescita e di molto si parla di +5-10% di denunce solo negli due anni. Tre miliardi di euro la più attendibile quantificazione del fatturato europeo, numeri da capogiro. I cani vincitori servono per il prossimo incontro, i vinti finiscono in un sacco della spazzatura spesso gettati via agonizzanti. Ciò che potrebbe essere avvenuto nella Tuscia.