Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, spacciatore di Capodimonte in trasferta nel capoluogo. Arrestato dai carabinieri

  • a
  • a
  • a

Arrestato presunto spacciatore di Capodimonte in trasferta a Viterbo. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia del capoluogo nel pomeriggio di ieri, martedì 6 aprile, hanno notato un giovane che girava in via Domenico Corvi, apparentemente senza motivo peraltro trovandosi il Lazio in zona arancione, ed hanno quindi deciso di attuare un servizio di osservazione. Hanno iniziato a pedinare l'uomo cercando di capire il motivo della sua presenza nel capoluogo. 

 

 

Dopo qualche minuto hanno visto il giovane vendere una dose di droga ad un altro ragazzo di Viterbo ed immediatamente sono intervenuti per bloccare l’azione di spaccio.  I carabinieri si sono quindi palesati, hanno bloccato i due giovani e li hanno perquisiti trovando una dose da 5 grammi di hashish; quindi il giovane spacciatore è stato dichiarato in arresto e tradotto presso la camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Viterbo in attesa della direttissima mentre il giovane acquirente verrà segnalato quale assuntore alla Prefettura di Viterbo.

 

 

Il giovane di Capodimonte dunque è stato arrestato e denunciato alla procura della Repubblica per l'ipotesi di reato di detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio. Sono in corso degli accertamenti da parte dei militari che sono intervenuti per capire se il giovane aveva messo in piedi un giro di droga nel capoluogo magari sfruttando la "quiete" della zona arancione. Ma sono stati proprio i controlli predisposti per verificare il rispetto delle misure anti Covid a tradire il presunto spacciatore. Come detto, infatti, alcuni militari che stavano in pattuglia per far rispettare i divieti hanno notato il suo strano atteggiamento e subito dopo i carabinieri in borghese si sono messi sulle sue tracce cogliendolo sul fatto. La droga che era era stata scambiata è stata posta sotto sequestro dai carabinieri che sono intervenuti. Si tratta, secondo quanto riferito dai carabinieri, di hashish.