Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo vaccino Covid, a mezzanotte via alle prenotazioni per la fascia 68-69 anni. Tutte le istruzioni

Alessio De Parri
  • a
  • a
  • a

Tessera sanitaria a vista, collegamento internet all’altezza, caffè pronto all’uso e pazienza infinita. Nessun dorma da stanotte, sabato 27 marzo, quando dalle ore 24 in poi nella provincia e in tutto il Lazio ripartirà l’ennesima corsa alla prenotazione del vaccino anti Covid, stavolta solo per 68enni e 69enni (anni di nascita 1952 e 1953). Meglio essere pronti a tutto, infatti, visto che di recente non sono mancati i problemi tecnici sulla piattaforma della Regione, che spesso hanno costretto il popolo notturno dei prenotandi a fare l’alba prima di ottenere il tanto agognato “clic”. Una volta entrati nella piattaforma di prenotazione, però, non si potrà scegliere quale vaccino farsi iniettare (se Pfizer o AstraZeneca) ma solo il punto di somministrazione, o il più vicino oppure il primo con la disponibilità.

 

Nella Tuscia quelli attivi attualmente sono 11, dove negli ultimi giorni si sta viaggiando alla media di oltre 1.000 vaccinazioni al giorno. Mercoledì erano state 1.152, stesso trend confermato anche ieri. Di questi, la maggior parte dei vaccini, circa 850, sono Pfizer, compresi 40 effettuati a domicilio, mentre i restanti 300 sono AstraZeneca, somministrati alla Grotticella, al centro commerciale Marcantoni di Civita e al centro anziani di Tarquinia.

 

“Rispetto alle scorse settimane - fanno sapere dalla Asl - stiamo riuscendo a somministrare oltre 300 vaccini in più al giorno. In precedenza, infatti, il punto più alto che avevamo toccato era stato di 800 dosi quotidiane”. In totale finora le persone vaccinate nella provincia sono 42.400 a fronte di oltre 44 mila prenotazioni. Le aperture degli ultimi centri - la casa della salute di Bagnoregio e quella di Soriano, il poliambulatorio di Bolsena e l’ospedale Sant’Anna di Ronciglione - sono stati fondamentali per l’incremento delle somministrazioni. “In questi giorni - riprendono dalla Asl - stiamo anche vaccinando gli anziani di 78, 79 e 80 anni ai quali in un primo tempo era stato destinato l’AstraZeneca. Dopo il blocco delle scorse settimane, invece, ora stanno ricevendo il Pfizer, ma solo nell’ospedale di Belcolle. Ad oggi si tratta di circa 288 persone”. Ieri, infine, sul fronte dei contagi, gli ultimi casi sono stati 69. Sedici i minorenni, il più piccolo di due anni e il più grande di 16. Solo a Viterbo segnalati 14 positivi. Trentasette, invece, i guariti. Gli attualmente positivi sono 1.358, con 59 pazienti ricoverati in ospedale. Le vittime infine salgono a 393. L’ultima è un 69enne di Canepina, deceduto a Belcolle.