Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, gatti uccisi con bocconi avvelenati. Strage in una colonia felina di Tuscania

  • a
  • a
  • a

Strage di gatti alle porte di Tuscania, un’intera colonia felina è stata sterminata. Il macabro ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di sabato 20 marzo a pochi metri dal luogo dove i randagi vivevano. Erano in tutto 21 i gatti, tutti sterilizzati, che componevano la colonia regolarmente censita e di questi 20 sono morti mentre uno solo si è salvato.

Altre tre carcasse di gatti sono state trovate poco lontano, sono quindi 23 in tutto i felini morti pare per avvelenamento. Sul posto sono intervenuti la polizia locale e i servizi veterinari della Asl per accertare la situazione. I referti sono stati inviati allo zoo profilattico di Viterbo ed è quindi stata sporta regolare denuncia. Numerosi bocconi tossici pare siano stati ritrovati all’imbocco delle strade che da Tuscania portano verso Arlena di Castro e verso Piansano, poco lontano da dove è avvenuta la strage. Al momento sembra non essere chiaro chi abbia potuto compiere un gesto tanto crudele, ma sui social sono scoppiati la rabbia e la disperazione dei cittadini. La colonia era gestita e accudita da un’anziana signora. Resta da capire se la presenza della colonia e dei gatti randagi possa aver infastidito qualcuno che, senza scrupoli, ha deciso di farla pagare ai poveri gattini spargendo nel luogo dove venivano accuditi del cibo pieno di veleno. Sono in corso degli accertamenti da parte delle autorità che sono intervenute.

 

Un episodio che ha colpito tutti coloro che amano profondamente gli animali. Nelle scorse settimane per esempio sono stati segnalati altri episodi piuttosto preoccupanti in altri comuni della Tuscia. A Tarquinia Lido a più riprese i padroni di cani hanno segnalato la presenza di bocconi avvelenati all'interno di aree dedicate allo sgambamento cani. Anche in questo caso sono stati avviati degli accertamenti per tuttavia finora non hanno portato ad individuare i responsabili.