Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, spaccio. La polizia arresta pusher di 38 anni. Sequestrata cocaina

  • a
  • a
  • a

Nello scorso fine settimana, nell’ambito di  uno specifico servizio antidroga nel capoluogo, gli agenti della squadra mobile di Viterbo hanno proceduto all’arresto in flagranza per detenzione e spaccio di stupefacenti di un cittadino italiano di 38 anni, residente a Viterbo e gravato da numerosi precedenti specifici.

 

Durante l'attività operativa, gli agenti hanno documentato la cessione di una dose di stupefacente da parte del soggetto attenzionato ad un cliente, cittadino italiano di 29 anni residente in provincia, poi sanzionato in via amministrativa per possesso di stupefacente per uso personale. Il cliente, che si dichiarava consumatore saltuario di cocaina, confermava ai poliziotti della Mobile che il soggetto che gli aveva ceduto la dose (0,4 gr.) era il suo fornitore di riferimento.  Altri poliziotti dunque hanno intercettato il presunto spacciatore, che si era allontanato a bordo della propria vettura. Hanno proceduto alla perquisizione rinvenendo nella immediata disponibilità del soggetto fermato 3 involucri in cellophane termosaldato con all’interno cocaina del peso di 1,9 grammi.  La perquisizione veniva estesa alla residenza dello stesso, con ulteriore esito positivo, in quanto venivano rinvenuti e sequestrati ulteriori 10 involucri termosaldati e coperti di carta alluminio, contenenti cocaina per un peso di 6,2 grammi, il tutto nascosto all’interno della poltrona sita nel soggiorno.

 


A carico del soggetto arrestato, oltre allo stupefacente per un totale di 8,5 grammi di cocaina, venivano sequestrati anche 100 euro, che per gli investigatori sarebbe il provento dell’attività di spaccio della giornata.  Su direttiva dell’Autorità giudiziaria l’arrestato veniva posto ai domiciliari, in attesa dell’udienza con rito direttissimo, all’esito della quale il Giudice convalidava l’arresto disponendo la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la firma. Insomma continuano i servizi antidroga della polizia. In questo caso le indagini mese in piedi sul soggetto, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, si sono rivelate, visto lo stupefacente trovato, fondate.