Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, escort nel suo appartamento. A processo il proprietario

Valeria Terranova
  • a
  • a
  • a

Affitta casa a delle escort incassando fino a 350 euro a settimana. Il proprietario dell'immobile è ora alla sbarra davanti al tribunale di Viterbo.
Nel 2012 avrebbe affittato un appartamento a delle escort nel quartiere Pilastro. E’ ripreso ieri, giovedì 4 marzo, il processo a carico di un viterbese che deve rispondere di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. In aula è stata sentita una 44enne proveniente della Repubblica Dominicana che nel 2011, insieme ad altre connazionali, venivano sfruttate da una maistresse, anche lei di origine dominicana.

La testimone ha raccontato di aver conosciuto l’imputato tramite una delle tre coinquiline e di essere stata in quell’alloggio per circa un mese. Stando alle dichiarazioni della donna, l’imputato andava a trovarle di tanto in tanto in quanto aveva una relazione con la ragazza che gestiva l’intero business e che intascava ogni mese 1.400 euro da ognuna di loro.

“Pagavo 350 euro a settimane e sì, si esercitava la prostituzione”, ha risposto seccamente al pm la donna, raccontando inoltre che inizialmente sottoscrisse anche un contratto di locazione intestato a un altro soggetto, ma successivamente decise di andar via. In una delle udienze precedenti un’altra squillo, 38enne, ha riferito di aver iniziato a lavorare alle “dipendenze” di questa donna quando arrivò in città e che a riscuotere il denaro non fosse solo lei, ma anche il compagno. “Vivevamo nella stessa casa in cui lavoravamo. E lei ci obbligava a non accendere il forno, il riscaldamenti e altri elettrodomestici per non consumare gas e luce. Era una persona terribile” ha chiosato la teste.

Il dibattimento riprenderà a ottobre con l’ascolto degli ultimi testi della pubblica accusa e della difesa. Per arrivare alla sentenza di questo processo ci sarà bisogno, insomma, ancora di tempo. Sono ancora diversi i testimoni presenti nelle liste che sono ancora da ascoltare.