Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Aquilanti Spa. Omologato il concordato preventivo

  • a
  • a
  • a

Aquilanti Spa (la “Società”) rende noto che il Tribunale di Viterbo, presieduto dalla dottoressa Maria Rosaria Covelli e con la relazione del  dottor Antonino Geraci, con Decreto pubblicato il 26 febbraio 2021, ha omologato il concordato preventivo presentato dalla Società, a seguito del voto favorevole del 70,43% dei creditori ammessi al voto. Nessun creditore si è opposto all’omologazione. La Aquilanti Spa torna, dunque, pienamente operativa. Il piano di concordato prevede, infatti, la continuità dell’attività d’impresa in via diretta da parte della Aquilanti S.p.A., la quale opererà per il tramite di un perimetro più snello ed efficiente rispetto alla precedente conformazione aziendale. La Società continuerà, dunque, ad essere un punto di riferimento nel centro Italia (Lazio, in particolare nella storica filiale di Viterbo, Umbria e Toscana) per i settori idro termo sanitario e arredo bagno.

Il management, nelle persone del presidente Antonio Maria Aquilanti, del consigliere delegato Armando Cappuccio e del consigliere delegato Stefano Albrizio (con mandato al concordato), i soci, i dipendenti e gli agenti hanno contribuito a conseguire questo importante risultato per la storica azienda viterbese. La Società, nonostante il complesso periodo economico globale dovuto all’emergenza epidemiologica, è fortemente determinata nel perseguire gli obiettivi di business prefissati nel piano concordatario, a beneficio complessivo di clienti, fornitori e creditori. 

Aquilanti Spa è stata assistita da consulenti di altissimo profilo. In particolare, il professor avvocato Fabrizio Carbonetti e l’avvocato Luca Pasquini hanno seguito tutti gli aspetti legali inerenti la procedura di concordato; il professor Saverio Signori e il dottor Simone Amati hanno seguito gli aspetti finanziari e contabili inerenti il piano concordatario; l’attestazione di fattibilità del piano è stata resa dal prof. Francesco Ricotta. Il professor avvovcato Giovanni Angelo Cabras continuerà ad agire quale commissario giudiziale, quale figura di garanzia per la corretta esecuzione del concordato; la liquidazione delle attività estranee alla continuità aziendale sarà curata dall’avvocato Luigi Amerigo Bottai quale liquidatore giudiziale.