Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, Terme Inps. In settimana l'ok della Regione per il recupero

  • a
  • a
  • a

Ex Terme Inps, atteso per i primi di marzo l'ok dalla Regione al piano di rilancio firmato da Federterme. “Si tratta di un incontro – spiega l'assessore al Termalismo Enrico Contardo – che dovrebbe essere decisivo per l'approvazione del progetto di rilancio della struttura, già approvato dal consiglio comunale questa estate”. 

 

Una mossa sullo scacchiere del termalismo viterbese molto attesa, che rimette in gioco uno stabilimento chiave: quello delle ex Terme dei Lavoratori; fermo dal lontanissimo 1993. Ma chi conosce i contenuti del piano Federterme sa esattamente che rimettere in piedi il rudere di Strada Bagni significa molto anche sul piano del rilancio turistico del capoluogo. Infatti trovare gli investitori, che non mancherebbero, porterebbe alla nascita di un hotel cinque stelle extra lusso. Segmento di mercato tra i più floridi e che non conosce crisi. Una vera e propria boccata d'ossigeno che potrebbe portare a Viterbo colossi internazionali del settore alberghiero, a garanzia del futuro dell'intervento. 

 


 

32 milioni di euro l'investimento richiesto, gran parte dei quali – almeno 22 milioni – saranno necessari per la ristrutturazione e riqualificazione dell'area. Dai primi anni Novanta infatti tutto è stato lasciato nell'abbandono e le esigenze attuali del turismo sono nettamente diverse da quelle dei decenni passati. 
La ricettività alberghiera prevista si compone di 12 camere cinque stelle suite superior, 31 camere 5 stelle suite, 42 camere 5 stelle, 15 camere 4 stelle. Un totale di cento stanze con servizi. All'interno un ristorante principale con 250 coperti, un ristorante gourmet con 40 coperti, una wellness spa con capienza per 300 persone e un'area dedicata ai trattamenti con capienza di 40 persone. Più dodici strutture coperte per la ristorazione veloce chiamate a utilizzare prodotti della tradizione alimentare dell'area viterbese.
Lo studio fissa anche un piano tariffario per la ricettività: camere 5 stelle suite superior 290 euro notte a camera, camere 5 stelle suite 170 euro notte a camera camere 5 stelle 140 euro notte a camera, camere 4 stelle 100 euro notte a camera. Nella ristorazione principale la spesa media a coperto prevista è di 50 euro, nel ristorante gourmet 120 euro a coperto. L'ingresso alla wellness-Spa 14 euro. Trattamenti e cure termali per i soli ospiti dell'albergo 90 euro.Un'opera preziosa anche in termini di rinascita per la città dei papi. Già il cantiere darà lavoro a 150 persone in modo diretto e 350 indiretto. A regime saranno 65 gli occupati direttamente e 250 in modo indiretto. Intanto nei giorni scorsi tecnici del Comune e della Regione sono andati al Bullicame per verificare la portata della sorgente e alle Zitelle per un primo sopralluogo là dove sarà realizzato il cantiere per chiudere il pozzo. Azioni importanti sul piano di garantire alle ex Terme Inps l'acqua necessaria agli investitori.