Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo vaccino Covid. Da giovedì 18 febbraio al via le prenotazioni per il personale della scuola

Esplora:

Alessio De Parri
  • a
  • a
  • a

Il 18 febbraio inizieranno nella Tuscia e nel resto della regione le prenotazioni per la campagna di vaccinazione anti Covid degli operatori della scuola e dell’università. A queste categorie verrà somministrato il vaccino AstraZeneca-Oxford, che da giovedì scorso viene già fornito al personale sanitario extra Asl nel centro allestito alla Grotticella. I lavoratori del mondo della scuola, quindi, da giovedì prossimo potranno prenotare l’appuntamento solo attraverso il web, sul portale dedicato della Regione. Prenotazioni che, come ricordato ieri dall’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, saranno scaglionate in tre fasce d’età: 55-45 anni, 35-44 e sotto i 34 anni.

 


 

LE FORZE DELl’ORDINE La vaccinazione della dose di AstraZeneca-Oxford agli operatori delle forze dell’ordine under 55 (polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco) che ieri, 15 febbraio, ha preso il via nella provincia di Roma nella Tuscia, invece, dovrebbe iniziare entro questa settimana, una volta terminata la somministrazione delle dosi agli operatori sanitari. Questo perché, come fanno sapere dalla Asl, mentre nella Capitale la Regione ha predisposto l’apertura di hub specifici per le forze di polizia come, ad esempio, quello di Fiumicino, nella provincia di Viterbo queste categorie saranno vaccinate sempre negli hub già attivi. Quello di Viterbo, alla Grotticella, a cui si aggiungeranno nei prossimi giorni quello di Tarquinia, all’interno del Centro anziani, e di Civita Castellana, nella sala Mice del centro commerciale Marcantoni. Prima, però, come detto, dovrà terminare la campagna di vaccinazione che è stata già avviata dalla Asl da meno di una settimana.


DAL 1° MARZO UNDER 55 Bisognerà attendere invece lunedì 1° marzo per l’inizio della campagna di vaccinazione che interessa le persone sotto i 55 anni e che sarà effettuata esclusivamente negli studi dei medici di medicina generale, che già hanno ricevuto a loro volta la dose, e ai quali la Regione consegnerà il vaccino AstraZeneca. Ogni mese è prevista, in base alle dosi previste, la somministrazione per due classi di età, quindi a marzo saranno vaccinate le persone di 55 e 54 anni, ad aprile di 53 e 52 e così via, a meno che nel frattempo le dosi non aumenteranno, e in ogni caso andando sempre a ritroso, dai 55 enni fino ai 18 enni.

 


 

I DATI ALLA GROTTICELLLA Intanto nel centro di vaccinazione allestito nei locali della parrocchia di Santa Maria della Grotticella a ieri sono state vaccinati 1.013 operatori sanitari extra Asl: 230 giovedì scorso, nel giorno di apertura, 237 venerdì, 284 sabato e 262 domenica. Ieri presumibilmente non meno di altre 200 persone hanno ricevuto la dose di AstraZeneca, anche se il dato esatto si potrà conoscere soltanto oggi. Gli operatori sanitari, di cui fanno parte anche farmacisti, odontoiatri e personale delle cooperative, vengono chiamati in base alle liste in possesso alla Asl, anche se va detto che molti di loro, quelli impiegati nelle rsa e nelle case di cura, avevano già ricevuto le primissime dosi del vaccino Pfizer insieme agli ospiti delle residenze sanitarie.


IL PUNTO SUGLI OVER 80 Infine prosegue anche la somministrazione del vaccino della Pfizer agli over 80. Fino ad oggi nella Tuscia sono 13.752 gli anziani della fascia interessata che hanno effettuato la prenotazione. Le vaccinazioni dovrebbero andare avanti fino a fine aprile ad una media di 192 al giorno tra gli ospedali di Belcolle, Civita Castellana, Tarquinia ed Acquapendente. Da sottolineare che nella provincia finora è stata registrata l’adesione più alta alla campagna di vaccinazione, con il 20 per cento del totale regionale. Da ieri, poi, la Asl ha raddoppiato il numero giornaliero delle somministrazioni a domicilio, che interessano gli over 80 impossibilitati a muoversi, passate da 24 a 48.