Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, turismo. Il sindaco Arena chiederà un incontro al ministro Massimo Garavaglia

  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Viterbo Giovanni Arena intende cogliere al volo le opportunità offerte dall’istituzione del nuovo ministero del Turismo, visto che presto arriveranno anche fondi destinati a questo settore, tra Recovery fund e altri fondi in via di definizione per il rilancio del settore. E’ per questo che nei prossimi giorni chiederà un incontro con il neoministro Massimo Garavaglia esponente della Lega voluto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi in questo delicato ruolo.

 

Il primo cittadino viterbese intende sottoporre al’attenzione di Garavaglia alcuni progetti mirati a intercettare finanziamenti, per imprimere una spinta il più forte possibile a questo settore, vitale ma che nella Tuscia procede con il freno a mano tirato, sia per l’endemica carenza di infrastrutture (e su questo versante il Recovery fund potrebbe portare il suo benefico influsso al di là dei desiderata della Tuscia, visto che la Orte-Civitavecchia e la Cassia sono opere strategiche bel oltre il livello locale), sia per la mancanza di fondi da destinare a questo settore in una fase storica in cui gli enti locali si sono trovati con sempre meno trasferimenti dallo Stato e con crescenti problematiche sociali a gravare sui propri conti. 

 

 

L’obiettivo è insomma arrivare tra i primi a presentare progetti da finanziare, per essere in vantaggio quando i soldi arriveranno davvero. L’idea di incontrare quanto prima il ministro è scaturita nelle ultime ore da un incontro tra Arena e il senatore leghista Umberto Fusco; d’altra parte il sindaco ha salutato con favore la nascita del governo Draghi, per varie ragioni tra le quali non ultima è la presenza di tre ministri di Forza Italia (Renato Brunetta alla Pubblica amministrazione, Maria Stella Gelmini agli Affari generali delle autonomie e Mara Carfagna al ministero del Sud), che rappresentano il riannodarsi di un legame tra il capoluogo della Tuscia e l’Esecutivo centrale. Nei prossimi giorni partirà l’invito ufficiale a parlare in modo concreto di come far ripartire il Viterbese a partire dal Turismo.