Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, ricatto a un uomo di Tarquinia: "Paga o dico a tua moglie che hai un'altra". Donna condannata per estorsione

  • a
  • a
  • a

"Dammi i soldi o dico a tua moglie che hai un'altra". E' la minaccia che per settimane si è sentito ripetere un uomo di Tarquinia che, terrorizzato dall'ipotesi che la sua moglie scoprisse la sua relazione extraconiugale, ha accettato di pagare la donna. Fino a che, nel 2019, l'ha denunciata alla polizia e l'ha fatta arrestare. Ora la donna è  stata condannata dal Tribunale di Civitavecchia a seguito di giudizio abbreviato a 3 anni e 8 mesi di reclusione e 1000 euro di multa per estorsione. Era stata arrestata dagli agenti del  reparto investigativo del Commissariato di Tarquinia a seguito di una operazione anti estorsione, conclusasi con la consegna controllata del denaro. 

 

 

 

La stessa aveva iniziato a chiedere al denunciante, residente nel Comune di Tarquinia, somme di denaro sempre più alte con la minaccia che, in caso contrario, avrebbe svelato tutti i segreti di cui era a conoscenza in merito alla sua vita privata. La vittima,  dapprima accondiscendeva alle  continue richieste di danaro ma poi denunciava al commissariato quanto gli stava accadendo. Proprio grazie al coraggio dell’uomo  si riusciva ad attivare un dispositivo operativo con protagonisti gli uomini del Commissariato di Tarquinia. La consegna controllata è una tecnica investigativa che consente di seguire, a vista, il flusso di danaro ovvero qualsiasi provento di reato, al fine ultimo di provare la reale esistenza e sviluppo dell’attività delittuosa attraverso la consumazione della stessa che avviene appunto in maniera controllata.    

 

 

La donna autrice del ricatto, romana di 42 anni, fu inchiodata dopo che la polizia mise in atto un trappola. Insieme a un complice aveva chiesto all'imprenditore di Tarquinia 30.000 euro in cambio del silenzio sulla relazione extraconiugale che aveva avuto. D'accordo con i poliziotti l'uomo ha accetto di incontrare la donna e un suo complice per consegnagli un'acconto di 500 euro. Ma appostati c'erano i poliziotti che hanno arrestato la ricattatrice,