Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, al via la riqualificazione di Pratogiardino

  • a
  • a
  • a

Manutenzione straordinaria e riqualificazione della villa comunale di Pratogiardino, sono stati consegnati i lavori alla ditta che dovrà realizzare gli interventi nelle prossime settimane. A darne notizia è l’assessore comunale al verde pubblico Enrico Maria Contardo. Gli interventi riguarderanno in particolare la manutenzione straordinaria dei viali e la riqualificazione dell’area adibita ad attrezzature ludiche. Il progetto è stato redatto dall’architetto Raffaele Ascenzi, l'ideatore di "Gloria", l'attuale modello della Macchina di Santa Rosa.

“L’amministrazione ha tra le sue priorità la riqualificazione di un'area importantissima per Viterbo come Pratogiardino - spiega il sindaco Giovanni Maria Arena -. Un patrimonio culturale della nostra città, anche di grande valenza sociale, inserito nella Rete regionale delle dimore storiche della regione Lazio. Stanno per partire una serie di interventi, tutti concordati e autorizzati dalla Soprintendenza, che sono certo saranno apprezzati da tutti coloro che abitualmente o occasionalmente frequentano la nostra villa comunale. Pratogiardino deve tornare a essere un luogo vissuto da tutti, giovani, adulti, famiglie, nonni e nipoti. Il luogo che era un tempo, amato e rispettato”.

“Nei giorni scorsi abbiamo consegnato i lavori alla ditta Fiorillo, presto avranno inizio - ha spiegato l’assessore comunale al verde pubblico Enrico Maria Contardo -. La parte dei viali sarà risistemata e al tempo stesso rilivellata, verrà collocato nuovo pietrisco che andrà a coprire tutto il verde che nasce spontaneamente, a causa della ridotta presenza di ghiaino. Per quanto riguarda l’altra parte, ovvero i contro viali, la Soprintendenza ne ha autorizzato il rifacimento in terra battuta come una volta. Pratogiardino ci sta molto a cuore, per questo faremo di tutto per farlo ritornare al suo antico splendore. I lavori inizieranno tra pochi giorni, e, salvo maltempo, procederanno spediti. Presto potremo restituire ai viterbesi un luogo particolarmente caro, che merita attenzione e rispetto da parte di tutti. Amministratori e cittadini”.