Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, in quattro davanti al giudice per la rissa durante il pranzo del Purgatorio di Gradoli

  • a
  • a
  • a

È ripreso il processo a carico di quattro imputati, accusati a vario titolo di rissa e lesioni personali, in quanto sarebbero i presunti protagonisti di una colluttazione scoppiata il 18 febbraio del 2015, poco dopo il Pranzo del Purgatorio, la secolare festa tradizionale che si svolge ogni anno il mercoledì delle ceneri a Gradoli, in cui si celebra l’inizio della Quaresima. Si tratta di tre persone originarie del posto e un francese, costituitosi pare civile nel procedimento, il quale avrebbe riportato anche delle lesioni. I tre compaesani sono concordi nel sostenere che a innescare lo scontro sia stato proprio l’avventore francese.

I primi testimoni sono comparsi davanti al giudice Silvia Mattei poco meno di un anno fa, il 26 febbraio, giorno in cui si sarebbe dovuto svolgere il Pranzo del Purgatorio 2020, rinviato a causa delle prime restrizioni disposte a causa dell’emergenza pandemica tuttora in corso. In quell’occasione, alcuni di loro hanno riferito che il francese, che probabilmente aveva alzato un po’ il gomito, quella sera importunò una comitiva composta all’incirca da una decina di amici, i quali si stavano allontanando dal centro per far ritorno a casa. 


Anche un 60enne intervenne per calmare gli animi, ma la lite, iniziata con una discussione, sfociò in una scazzottata a causa di un insulto, ovvero “levati pollo”, rivolto da parte di un componente del gruppo di gradolesi nei confronti del francese, il quale non avrebbe gradito l’appellativo e che venne poi picchiato da diverse persone. 
Sul posto intervennero sia i carabinieri della stazione locale, che i sanitari del 118, allertati da coloro che assistettero al tafferuglio al quale, secondo le ricostruzioni investigative, avrebbero partecipato davvero in molti. Nel corso dell’udienza del 3 febbraio è stata sentita un’altra testimone, la quale ha reso delle dichiarazioni contraddittorie rispetto ai fatti da lei descritti in caserma, quando venne convocata dai carabinieri a pochi giorni dall’accaduto. 
Il dibattimento sulla rissa avvenuta nel 2015 a Gradoli, dopo il mega banchetto delle Ceneri, riprenderà il 3 novembre con l’ascolto stavolta, di otto testimoni: quattro dell’accusa, due delle difese e altri due della parte civile.