Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, bimba morta durante parto: attesa per l'autopsia

Belcolle

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

Bimba morta durante il parto a Belcolle, l’autopsia stabilirà con certezza se la piccola è nata morta. Stamattina ci sarà la nomina del medico legale che dovrà appurare le cause del decesso, avvenuto mercoledì pomeriggio, della figlia di una giovane coppia residente a Fabrica di Roma. L’esame autoptico sarà elemento importante per l’indagine giudiziaria che dovrà far luce su eventuali colpe degli operatori sanitari di Belcolle. 
La madre della piccola defunta era ricoverata da lunedì 11 gennaio all’ospedale di Viterbo, in attesa di dare alla luce la piccina, dopo avere effettuato l’ultimo monitoraggio programmato. Era lì per le ordinarie osservazioni che si devono fare prima del parto, in quanto era arrivato il termine dei nove mesi. Poi, nel pomeriggio di mercoledì la questione si fa complicata: sottoposta a una cardiotocografia, un esame molto diffuso in ostetricia che si basa sul battito cardiaco fetale, i sanitari notano un’anomalia: non si sente il battito o comunque è debolissimo. 
Quindi, in base ai rilievi evidenziati dall’esame, vale a dire il timore che il battito cardiaco non ci sia già più, la struttura medica decide per il parto. Una lotta contro il tempo che purtroppo non impedisce il peggio: sembra che la bambina avesse il cordone ombelicale intorno al collo. 
A questo punto la giovane coppia, lui 37 anni e lei 33, entrambi originari della capitale, si rivolge all’avvocato Angelo Di Silvio, esperto in questioni di presunta malasanità e di responsabilità medica. Quindi, per vederci chiaro, i due genitori decidono di sporgere denuncia alla magistratura. La quale, giovedì mattina si occupa del sequestro delle cartelle cliniche nel reparto di Belcolle dove era stata ricoverata la madre. 
E ora si avvicina il momento dell’autopsia sul corpicino. Il consulente tecnico d’ufficio che il tribunale si appresta a nominare, è la nota dottoressa Mariarosaria Aromatario della Sapienza di Roma. Infatti, è fissato per oggi alle 11 il conferimento dell’incarico e l’eventuale compimento dell’autopsia. 
L’incarico sarà affidato nel palazzo di giustizia di Viterbo, negli uffici della procura della Repubblica, davanti al sostituto procuratore Eliana Dolce, pubblico ministero che ha aperto un fascicolo d’indagine contro ignoti. 
Il medico legale nominato dall’avvocato della famiglia è il professor Vincenzo Pascali, del policlinico Gemelli di Roma. Entrambi gli esperti dovranno riuscire a capire quali sono state le cause del decesso della bambina.