Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, deposito rifiuti nucleari nella Tuscia. Fratelli d'Italia porta il caso in parlamento, mozione in Regione

  • a
  • a
  • a

Viterbo, deposito rifiuti nucleari nella Tuscia. Fratelli d'Italia porta il caso in parlamento, mozione in Regione. Giovedì 7 gennaio è stata presentata in Commissione Ambiente, dal deputato Mauro Rotelli, un’ interrogazione a risposta immediata per chiarire quali siano i criteri e la logica alla base della scelta di individuare la provincia di Viterbo tra le aree preposte ad ospitare il sito di smaltimento e stoccaggio di rifiuti radioattivi. 

Anche in Regione Fratelli d’Italia si sta muovendo. I consiglieri regionali Chiara Colosimo e Giancarlo Righini hanno presentato una mozione: “che impegna il presidente della giunta Zingaretti e l’Assessore competente a porre in essere tutte le azioni necessarie affinché venga confermato l’assoluto divieto ad individuare la provincia di Viterbo come sede per installazione di siti per i rifiuti radioattivi (di qualunque attività) e contro qualsiasi tentativo di stoccaggio e transito di scorie radioattive nel territorio della Tuscia".