Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, cala la popolazione della provincia e sale l'età media

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Il 12% della popolazione viterbese ha più di 75 anni e solo il 3.42% ne ha meno di 4. E’ una provincia sempre più vecchia quella fotografata dall’ultimo censimento Istat appena pubblicato. 
I dati sono aggiornati al 2019 e a livello nazionale segnalano un aumento della popolazione, nell’arco di 11 anni, di 200 mila unità, in gran parte attribuibile ai flussi migratori. La Tuscia segue nel complesso la tendenza generale, ma con qualche differenza. La popolazione residente in provincia di Viterbo ad esempio è di 309.795 persone, in vistoso calo rispetto all’anno precedente e anche rispetto al 2011, quando gli abitanti ufficialmente censiti erano stati 312 mila. Il calo demografico è un fenomeno recente. Dagli anni Settanta fino alla prima decade del millennio infatti, la provincia di Viterbo aveva fatto registrare un progressivo incremento della popolazione. Nel 1971 gli abitanti erano 257 mila, mille in meno di quelli censiti vent’anni prima, nel 1951. Da allora c’è stato un aumento demografico progressivo di circa 10 mila abitanti per decade, fino ai 288 mila abitanti del 2001. Quindi un grande balzo in avanti, favorito anche da flussi migratori sempre più massicci. Nel 2011 gli abitanti erano come detto 312 mila. Da allora è iniziata la china, probabilmente anche per effetto della stagnazione economica. Meno lavoro, meno figli e anche meno migranti. 
Ma le note più dolenti arrivano dalla composizione anagrafica della popolazione. Nel 2011 i bambini residenti nella Tuscia ricadenti nella fascia di età sotto i 4 anni erano 13.143, nel 2019 si sono ridotti a 10.585. Se le fasce tra i 10 e i 14 anni e tra i 15 e i 19 anni sono rimaste grossomodo stabili, è in quelle tra i 25 e i 29 anni (duemila in meno), tra i 30 e i 34 (tremila in meno) e tra i 35 e i 39 (quasi cinquemila in meno) che si è registrata l’emorragia maggiore. Sarà effetto anche della fuga dei cervelli da un territorio che per i giovani laureati offre pochissimo se non addirittura nulla? I dati Istat non ci danno risposte nette. 
Di contro è nella fascia degli over 50 che la tendenza si inverte: nel 2011 i residenti in provincia di Viterbo di età compresa tra i 55 e i 59 anni erano 20.977, otto anni dopo hanno superato quota 24 mila. Tra i 65 e i 69 anni erano 17 mila, sono oggi oltre 19 mila. In aumento anche gli ultraottantenni e gli ultranovantenni. 
Su un totale di 309 mila abitanti, gli stranieri residenti nella Tuscia, quindi solo quelli ufficialmente censiti, sono 30.572, poco meno del 10%. E sono sempre gli stranieri ad abbassare l’età media della popolazione residente. In pratica senza immigrati la Tuscia sarebbe una provincia meno popolosa e anche pià vecchia.