Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, riapertura scuole: le lezioni dureranno 45 minuti

  • a
  • a
  • a

Riunione online, sabato pomeriggio, del Tavolo regionale sul monitoraggio del Covid nelle scuole laziali in vista della riapertura del 7 ed in attesa di eventuali provvedimenti da parte del Governo. Presenti l’assessore alla scuola, Claudio Di Berardino, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dell’Ufficio scolastico regionale. 
“Fatte salve valutazioni e decisioni diverse da parte del Governo - dice Di Barardino - che possono emergere a seguito della curva dei contagi, si è deciso di ridurre l’orario delle lezioni da 60 a 45/50 minuti, soprattutto per gli istituti tecnici e professionali. Si sta inoltre lavorando per invertire la percentuale di ingresso, collocando lo scaglione del 40% al posto di quello del 60”. Ricordiamo al riguardo che il Dpcm in vigore prevede, sul 50 per cento degli studenti che tornano alle lezioni in presenza, un primo turno alle 8 per il 40% di loro e un secondo turno alle 10 per il restante 60%. Di fatto, nel Lazio questi due turni saranno adesso invertiti. 
Durante la riunione Cotral, ferme restando le disposizioni sul riempimento del mezzi al 50% della capienza, ha comunicato che saranno messi a disposizione circa 700 bus privati a fronte di un impegno della Regione pari a 30 milioni fino al mese di giugno. Ha inoltre fatto presente il proprio nulla osta allo scambio delle precentuali di ingresso (60% degli studenti nella prima fascia e 40% nella seconda). 
“Noi - commenta la Uil - abbiamo evidenziato per l’ennesima volta l’assenza al tavolo di un rappresentante dell’assessorato alla sanità col quale affrontare il tema del tracciamento ed il problema della tardiva vaccinazione del personale scolastico (prevista per giugno/luglio ad anno ormai terminato). In conclusione, è stata di nuovo ribadita la nostra posizione: allo stato attuale la scuola deve essere aperta solo in condizioni di sicurezza”.