Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Castel Sant'Elia, in arrivo la banda ultralarga

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Castel Sant’Elia entra nella lista dei Comuni italiani scelti da Tim per il lancio dei servizi a banda ultralarga. Si tratta di servizi fino a 200 Megabit sulla nuova rete in fibra ottica, a beneficio di cittadini, imprese e della pubblica amministrazione. Il programma di cablaggio, che proietta il comune viterbese verso il modello di smart city, ha consentito di collegare oltre 850 unità immobiliari. Un risultato importante ottenuto grazie all’investimento fatto dalla Tim, pari a 80 mila euro, e alla collaborazione con il Comune di Castel Sant’Elia. 
Grazie alla nuova rete in fibra ottica saranno implementabili, in prospettiva, i servizi digitali che caratterizzano la “città intelligente”, come quelli per rilevare gli spostamenti di abitanti e visitatori, per ottimizzare i trasporti, la mobilità urbana e la sicurezza, prevedere i volumi di persone durante gli eventi e gli itinerari seguiti da gruppi di turisti. 
La banda ultralarga consente inoltre di abilitare soluzioni per il monitoraggio dell’ambiente attraverso il controllo della qualità dell’aria e delle aree verdi, oltre ad allargare il campo delle offerte previste dai servizi entertainment.Le imprese, inoltre, potranno accedere al mondo delle soluzioni professionali quali ad esempio lo smart working, la unified communication, la videosorveglianza in HD e i servizi di cloud computing aziendali, come le applicazioni software a service.
“Accolgo con grande soddisfazione l’arrivo della fibra ottica nel nostro paese - commenta il sindaco Vincenzo Girolami -. Un servizio che, grazie a Tim, ci consente di affrontare, in modo tecnologicamente più idoneo, la prospettiva di un futuro migliore”. Massimiliano Caputi, Responsabile Access Operations Line Lazio di Tim, dichiara: “Sfruttando le potenzialità della rete in fibra ottica, con una connessione veloce e sicura, oggi si è in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale puntando anche alla maggiore efficienza dei servizi al cittadino, come ad esempio nel campo dell’infomobilità e in quello della sicurezza”.