Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, lite nel traffico: l'aggressore si consegna alla polizia

  • a
  • a
  • a

E’ stato denunciato per lesioni il 36enne viterbese che venerdì intorno alle 17.30 avrebbe accoltellato alla schiena un 31enne al culmine di una lite stradale. L’uomo, che non ha precedenti, si è consegnato alla polizia verso l’ora di cena, presentandosi in questura accompagnato dal suo legale, l’avvocato Giovanni Bartoletti. Il ragazzo ferito, invece, dopo essere stato accompagnato all’ospedale di Belcolle è stato dimesso nella tarda serata di venerdì. I sanitari gli hanno applicato dieci punti di sutura alla schiena, ma non è in pericolo di vita. Intanto affiorano nuovi particolari nella ricostruzione dell’accaduto: innanzitutto l’incontro tra i due, che erano entrambi al volante delle loro auto, è avvenuto in via Vico Squarano. Il giovane accoltellato, originario di Viterbo ma trasferitosi da tempo a Frosinone, stava salendo da Valle Favl, preceduto dalla macchina guidata dal suo presunto aggressore. Era in auto insieme alla zia e alla fidanzata e stava tornando dalla camera mortuaria dove aveva visto per l’ultima volta la madre, motivo per cui era rientrato nella sua città di origine. All’altezza della svolta a destra verso via Castello Vetulonia l’altro, il presunto accoltellatore, avrebbe girato senza mettere la freccia. A quel punto l’accoltellato lo avrebbe insultato proseguendo sulla stessa strada. L’altro avrebbe fatto inversione di marcia, si sarebbe immesso di nuovo su via Squarano e lo avrebbe rincorso. Circa trecento metri più avanti, nei pressi del campo sportivo del Carmine, i due si sarebbero fermati. A quel punto il 36enne sarebbe sceso dall’auto, si sarebbe avvicinato al 31enne e lo avrebbe colpito forse con un coltello provocandogli due tagli alla schiena. La zia dell’accoltellato si sarebbe messa a urlare e pochi secondi dopo entrambi sarebbero risaliti in auto per allontanarsi dal luogo dell’aggressione. L’accoltellato, che ha perso molto sangue, ha provato a raggiungere l’ospedale di Belcolle ma ha desistito all’inizio di strada delle Pietrare. Qui ha chiamato i soccorsi. La polizia è arrivata con un paio di volanti insieme ad un’ambulanza, che ha trasportato il ferito in ospedale. Il presunto aggressore, invece, si è presentato spontaneamente in questura un paio d’ore dopo, verso le ore 20, insieme al suo avvocato, Giovanni Bartoletti.