Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ex portiere della Viterbese investito da un'auto al Bagnaccio. Indaga la polizia locale

  • a
  • a
  • a

Viterbo, indagini in corso su un incidente avvenuto alle 17.30 di giovedì al Bagnaccio. La vittima, Leandro Biasetto, 43 anni, ex portiere della Viterbese (campionato 1994-1995) ed ex carabiniere, è stato investito da un’auto e poi trasferito al pronto soccorso di Belcolle. Le sue condizioni non sono gravi, ma a quanto risulta dovrà essere sottoposto a un intervento per la riduzione di una frattura. Biasetto si trovava al Bagnaccio per effettuare bagni terapeutici per un dolore alla spalla. Sul fatto, ovvero sulla dinamica dell’incidente, sta indagando la polizia municipale, che ha eseguito i rilievi. A destare preoccupazione, tra i familiari, possibili (ma tutti da verificare) collegamenti con vicende precedenti. Non certo quelle gloriose vissute con la Viterbese, nell’anno della promozione in C2, impresa che lo vide tra i protagonisti come portiere, ma quelle successivi, quando indossava la divisa dell’Arma. Dopo aver frequentato la Scuola carabinieri di Benevento, infatti, Leandro Biassetto venne assegnato alla caserma di Rocca Rainola, tra Nola e Napoli. E’ di quel periodo un’aggressione a lui e alcuni suoi colleghi durante una indagine. Questo fatto ha creato allarme nella madre quando è stata informata del suo investimento. Al momento non risultato situazioni tali che possano indurre a pensare che l’investimento possa essere in qualche modo collegato al suo passato nei carabinieri. Tuttavia la madre, l’artista viterbese Maria Assunta de Frassine, è preoccupata e rivive i momenti dell’aggressione: “Immagini il mio terrore quando mi fecero vedere un giornale di Napoli, era il Mattino, che parlava di quella aggressione e citava anche mio figlio. Ora è in ospedale e posso comunicare con lui grazie a un amico che lavora a Belcolle”. Le visite dei familiari sono infatti vietate a causa del Covid. Resta da capire la dinamica dell’investimento sul quale sono in corso le indagini da parte della polizia locale.