Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, pazienti negativi che finiscono insieme ai contagiati a Belcolle. Interrogazione in consiglio comunale a Viterbo

  • a
  • a
  • a

Viterbo, pazienti negativi che vengono ricoverati in ospedale per altre patologie o accertamenti e finiscono nel girone Covid perché contagiati all’interno dei reparti. Pazienti che entrano negativi e finiscono dentro una bara. Le cronache sono piene di episodi di questo tipo e anche a Viterbo i casi sono in aumento, con Belcolle che, stando a quanto denunciano da tempo alcuni sindacati, è tutto fuorché un ospedale sicuro. Tanto che in Procura sarebbero già arrivati degli esposti presentati da familiari di alcuni anziani deceduti dopo aver contratto l’infezione in ospedale. E’ di questi giorni la proclamazione dello stato di agitazione da parte degli operatori sanitari, che denunciano la carenza o la scarsa qualità dei dispositivi di protezione, con i conseguenti rischi di contagio. Ed è di ieri l’ennesima interrogazione al sindaco Arena della consigliera dem Luisa Ciambella, la quale chiede che a Belcolle venga applicata la separazione delle strutture e dei percorsi, proprio per evitare la propagazione del virus. Per questo l’esponente dem si domanda quando partiranno gli annunciati lavori di adeguamento del pronto soccorso, che essendo la principale porta d’ingresso di Belcolle, è anche uno dei reparti più a rischio contagio.