Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Acqua, famiglia media viterbese pagherà oltre 400 euro

Simone Lupino
  • a
  • a
  • a

Nel 2021 una famiglia viterbese composta da tre persone pagherà in media 426 euro per il servizio idrico. A parità di consumi un nucleo familiare di quattro membri, invece, 404.2 euro. Mentre la maggioranza dei sindaci, salvo alcune eccezioni come Luca Giampieri di Civita Castellana e Fabio Menicacci di Soriano, sembra intenzionata ad approvare i nuovi aumenti sul costo dell’acqua proposti dall’Ato per salvare la Talete (ricordiamo: +7 per cento, +3.3, +1,8, +1,7 nel quadriennio 2020-2023, con revisione “infra-periodo” che in corsa potrebbe portare a ulteriori ritocchi all’insù della tariffa), nel frattempo, tramite una simulazione, è stato già calcolato in che misura questi rincari peseranno effettivamente sui bilanci delle famiglie. Tanto? Secondo quanto spiega il documento inviato dall’Ato ai sindaci, si tratterebbe di cifre che non si discostano da quelle che vengono applicate nelle province limitrofe: “Gli incrementi tariffari programmati – sta scritto - porteranno nel 2021 la spesa del servizio idrico integrato chiesta da Talete per un consumo di 150 metri cubi annuo a 426,0 euro l’anno nel caso di utenza di tre persone, e 404,2 euro l’anno nel caso di utenza di quattro persone (spesa comprensiva di 10% di Iva). Nel caso dell’utenza di tre persone la spesa chiesta da Talete è in linea con la stima della spesa media richiesta nel 2021 nella macro area Centro, mentre nel caso di un’utenza di quattro persone la spesa richiesta da Talete è minore”.