Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Università di Viterbo, nuove aule nelle ex caserme di via Palmanova: progetto da 6 milioni di euro

  • a
  • a
  • a

Diventeranno nuove aule per la didattica e la ricerca le ex caserme di via Palmanova che si trovano all’interno del complesso universitario di Santa Maria del Paradiso.

Il ministero ha infatti destinato all’ateneo, che dieci anni fa ereditò gli immobili dal demanio abbandonandoli però al degrado, tre milioni di euro. Questi fondi si aggiungeranno ai tre milioni già stanziati dall’ateneo viterbese durante il mandato del rettore Alessandro Ruggeri, per un totale di sei milioni che serviranno quindi al recupero integrale delle ex caserme.

“E’ una grande occasione per l’Università e per l’economia di Viterbo”, afferma il successore di Ruggeri, il magnifico Stefano Ubertini. Ed è un’ottima notizia anche per il commissario straordinario del Consorzio biblioteche Paolo Pelliccia che un anno fa, nell’ultimo numero della rivista Biblioteca e società, aveva presentato una provocatoria proposta al direttore regionale dell’Agenzia del demanio, Giuseppe Pisciotta, perché, di fronte alla “colpevole incuria in cui versa” (con tanto di rifiuti abbandonati), il complesso edilizio venisse tolto all’ateneo e assegnato alla Biblioteca consorziale per la realizzazione del polo unico delle biblioteche. Un progetto al quale Pelliccia lavora da anni ma che si è sempre scontrato con l’inerzia delle istituzioni.

Ora il ministero dell’Università ha invece approvato la concessione del 100% del finanziamento richiesto alla fine del mese di giugno (l’editoriale di Pelliccia è come detto precedente) per il recupero della ex caserma Palmanova.