Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il sindacato di base chiede di potenziare le misure di sicurezza per i lavoratori della grande distribuzione

Simone Lupino
  • a
  • a
  • a

Il sindacato di base ha inviato una lettera ai gruppi della grande distribuzione organizzata chiedendo di potenziare le misure di sicurezza anti contagio per i lavoratori del commercio e protocolli chiari sulla gestione dei casi positivi tra i propri dipendenti. “Addetti ai banchi e alle casse, magazzinieri, inservienti: parliamo di lavoratori che si trovano in prima linea dagli albori dell’epidemia - dichiara Luca Paolocci, responsabile provinciale dell’Usb -. Da allora qualcosa è stato fatto, mi riferisco alla dotazione dei dispositivi di protezione individuale e all’installazione del plexiglass. Ma come si tratta del minimo indispensabile, Servono provvedimenti urgenti”. Due le richieste su cui il sindacato insiste da tempo: screening, come quelli effettuati su forze dell’ordine e personale scolastico tramite test sierologico, “ovviamente a carico delle aziende e con il coordinamento delle autorità sanitarie”, e il potenziamento del servizio di vigilanza all’interno dei centri commerciali: “Non è sufficiente la presenza di una persona all’ingresso. Servono vigilantes anche tra i reparti perché ci sono clienti che non rispettano le distanze di sicurezza, avvicinandosi troppo al personale, o che, una volta dentro, si tolgono la mascherina”.