Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, il Comune dà mille euro a ogni negozio per combattere la crisi

 Il sindaco Giovanni Arena e l'assessore Alessia Mancini

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

Centinaia di attività economiche potranno beneficiare di aiuti del Comune, che si sommano a quelli del governo. La maggioranza, stimolata dall’opposizione, ha infatti messo a disposizione 350 mila euro a esaurimento: le imprese e i negozi che potranno fare domanda dalle 10 del 23 novembre fino alle 14 del 21 dicembre. Ogni attività potrà ottenere al massimo mille euro, che andranno a sostenere le spese per l’affitto e per le utenze. In un avviso pubblicato ieri mattina, i potenziali fruitori potranno trovare tutte le informazioni per fare domanda e partecipare al bando. L’avviso si chiama “Emergenza epidemiologica Covid - Contributi per il sostegno delle attività economiche”. 
In una conferenza da remoto, il sindaco Giovanni Arena e l’assessora al commercio Alessia Mancini hanno spiegato le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione a mettere sul piatto questa somma che potrebbe “aumentare se ci sarà bisogno”. 
Il sindaco ha spiegato: “Ci siamo preoccupati di dare agli operatori una tempistica dettagliata in modo che possano avere lo stesso margine di tempo per inoltrare le loro richieste. Abbiamo destinato 350mila euro e potremmo anche aumentare l’importo. Abbiamo distolto tanti soldi da altri settori, ma non voglio tornare sulla polemica delle luci del Natale”. L’assessora alle attività produttive entra nel dettaglio: “Accetteremo le pec in ordine di arrivo. I beneficiari hanno 11 giorni di tempo da oggi (ieri, ndr) per preparare la documentazione”. E ancora: “Avevamo messo nel bilancio degli aiuti alle imprese. Soprattutto, avevamo previsto di sostenere le consegne a domicilio o l’attività di asporto”. Poi, in sede di approvazione del preventivo, sull’onda della forte ripresa del contagio, l’opposizione ha proposto un emendamento al documento contabile, “e noi abbiamo lavorato con le minoranze per migliorare la proposta. Siamo arrivati così ai 350 mila euro come sostegno sia per gli affitti che per le utenze”. Ci sono anche aiuti per tutte le spese Covid: cartoni e bicchieri per asporto, mascherine, runners usati per consegne a domicilio, app per e-commerce o delivery e altro. Il contributo è rivolto a tutte le attività economiche con sede a Viterbo. Ma vale solo per i negozi di vicinato, anche dentro i centri commerciali, sotto i 250 metri quadrati. L’erogazione del contributo avverrà tramite bonifico. “Il Comune vuole supportare i punti vendita – precisa l’assessora -. Si può fare domanda per ogni attività: ad esempio, un parrucchiere che ha più sedi può fare più domande”.