Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Programma prevenzione del tumore al seno: mammografie gratuite

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Torna a Viterbo il programma di prevenzione del tumore al seno della Asl. Sono 9.814 le donne residenti nel capoluogo, di età compresa tra 50 e 69 anni, che hanno già ricevuto, o riceveranno nei prossimi mesi, la lettera dell'azienda sanitaria con l'invito a recarsi in viale Trento presso l'unità mobile per sottoporsi a una mammografia gratuita. Il programma a Viterbo è già operativo da martedì 21 febbraio, e lo resterà fino al 1 giugno. “Aderire all'invito è un diritto, ma anche un dovere - spiega la coordinatrice dei programmi di screening della Asl, Silvia Brezzi - Lo screening è un percorso organizzato di diagnosi precoce con l'obiettivo di ridurre la mortalità per tumore della mammella mediante l'invito, che arriva a casa ogni due anni con appuntamento prefissato, anche se modificabile. L'unità mobile presente a viale Trento è dotata di un mammografo digitale tecnologicamente molto avanzato che consente di eseguire l'esame più specifico e più sensibile per individuare precocemente il tumore e, quindi, per aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita grazie a interventi chirurgici sempre più conservativi e a terapie mediche meno aggressive”. Se la mammografia è normale la risposta viene spedita a casa e la donna ha la garanzia di essere richiamata dopo 2 anni. Se, invece, la mammografia rileva una anomalia o una lesione del tessuto mammario, la donna è contattata telefonicamente da un operatore sanitario per concordare un appuntamento presso il centro di secondo livello (l'unità di Diagnostica e screening senologico di Montefiascone) dove vengono effettuate le indagini necessarie per ottenere la diagnosi (visita senologica, ecografia, ulteriori proiezioni mammografiche, prelievo con ago). Se il risultato degli accertamenti di secondo livello è positivo, alla donna viene proposto un percorso chirurgico oncologico e riabilitativo presso la Breast unit del complesso ospedaliero di Belcolle.