Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, la Lav sostiene i proprietari di animali che si trovano in difficoltà

Lite al parco per i cani

  • a
  • a
  • a

Durante la prima ondata la diffusione "virale" di fake news portò a un aumento degli abbandoni di animali, anche in provincia di Viterbo, da parte di proprietari che temevano il contagio. Ora che siamo nel mezzo di una seconda ondata il rischio è che il fenomeno si ripresenti, magari solo perché i redditi delle famiglie sono stati falcidiati dal lockdown e c'è chi decide di tagliare qualche "spesa".
In azione, per contrastare le conseguenze delle pandemia sugli animali, domestici ma anche randagi, c'è la Lav, che nella Tuscia in questi mesi, tramite il Fondo emergenza Covid, è riuscita a portare aiuto a cento tra cani e gatti e alle rispettive famiglie in difficoltà economiche. Fondamentale è stata la collaborazione con l'Emporio solidale di Viterbo, con cui la Lega antivivisezione ha avviato un progetto di sostegno continuo.
“Decine di volontari - spiegano dalla Lav - ogni giorno sono in prima linea per rispondere ai crescenti bisogni degli animali e di chi se ne prende cura, acuiti dalla crisi economica in atto. In questo contesto, a partire da marzo, l’associazione ha garantito attività in emergenza di supporto agli animali e famiglie in difficoltà stanziando 60 mila euro per attività di aiuto strettamente correlate alla situazione di eccezionalità derivante dalla pandemia”.