Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, strade deserte e centro svuotato: è già lockdown

  • a
  • a
  • a

“Il centro si svuota, a Viterbo c’è già aria di lockdown”. E’ lo stesso sindaco Giovanni Arena, attraverso una nota ufficiale, a certificare lo stato di una città fantasma, sempre più stretta nella morsa del Covid. Strade deserte all’ora del tè, in giro non si vede più nessuno. In pratica il coprifuoco imposto dalla Regione una settimana fa, dalla mezzanotte alle 5, negli ultimi giorni si sta verificando già dal tardo pomeriggio. Non appena fa buio, con bar e ristoranti chiusi, Viterbo diventa spettrale. “La gente sta più tempo in casa e il centro si svuota - afferma il sindaco -. Più volte in questi giorni ho sentito la frase ‘c’è aria di lockdown’. Avevamo sperato e forse creduto che fosse tutto passato. Quest’estate ho visto il centro più bello di sempre. La gente aveva voglia di uscire e vivere la città. I commercianti, la mattina, avevano il piacere e l’entusiasmo di aprire le proprie attività”. Il quadro, però, ora è totalmente diverso. “Da alcune settimane il numero dei contagi è tornato a salire - prosegue Arena -. Alcuni locali devono chiudere prima, bar e ristoranti e attività di somministrazione al pubblico la sera non possono tenere aperto”. Ma mentre tutto questo accade, in centro, ci sono tanti commercianti che lavorano in sicurezza facendo attenzione al rispetto delle disposizioni. E’ per questo che il sindaco lancia un appello ai viterbesi, chiedendo loro di aiutare il cuore della città a non sprofondare irrimediabilmente: “Andiamo in centro a fare acquisti, anche quelli di Natale. Sempre con le dovute accortezze, con mascherina e gel igienizzante. Manteniamo il giusto distanziamento fisico dalle altre persone e non lasciamo che si respiri aria di lockdown. Viviamolo il nostro centro storico, ognuno di noi può dare il proprio contributo”. L’invito del sindaco, però, fa i conti con numeri sempre più allarmanti, che pongono Viterbo e la provincia tra le zone più colpite dal Covid nella regione e in Italia per casi e RT, l’indice di contagio. Ieri la pandemia, infatti, ha segnato il nuovo record di casi giornalieri, ben 226, di cui solo 68 a Viterbo, arrivata a toccare la quota di 748 positivi.