Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuovo ponte sul Tevere. Il Comune presenta il progetto: "Si può realizzare con i soldi del Recovery Plan"

Sergio Nasetti
  • a
  • a
  • a

Il sindaco Giuliani ha presentato a Governo e Regione il progetto per la realizzazione del ponte sul fiume Tevere, attingendo ai fondi del Recovery Plan. Si tratta di una nuova arteria che collega tra loro la stazione ferroviaria, il casello della A1 e la superstrada. Una nuova infrastruttura strategica per la mobilità e la logistica a beneficio del Centro Italia. Il sindaco Giuliani, accompagnato dal consigliere delegato al bilancio Enrico Delle Macchie, ha sottoposto all’amministrazione regionale gli elementi fondamentali del progetto, che unitamente alle altre proposte pervenute dovrà essere valutato dal Governo nazionale ai fini dell’inserimento nel piano entro aprile 2021. “La prospettiva è chiaramente strategica per il Paese – spiega Giuliani -, coinvolgendo l’utenza dell’Umbria, del Reatino e del Viterbese, ma anche il traffico veicolare da e per la Capitale, oltre al bacino di utenza, di forte crescita potenziale, proveniente dalla direttrice di Civitavecchia, fondamentale polo turistico con la Superstrada in via di ultimazione. Inoltre, restituirebbe ad Orte il ruolo fondamentale di centro strategico nazionale per la mobilità e la logistica. L’inserimento di tale opera nel pacchetto di misure del Recovery Plan – ha precisato – costituirebbe la naturale conseguenza della realizzazione della fermata del treno Alta Velocità presso la stazione di Orte, con impegno in tal senso ribadito anche nell’incontro dal Capo di Gabinetto, che ringraziamo per averci prontamente ricevuto, anche nella perdurante emergenza sanitaria”. Il sindaco ha tenuto infine a sottolineare che si tratta di un obiettivo rilevante per tutto il Centro Italia, da perseguire in ogni forma e sede possibile a prescindere dal colore politico dell’amministrazione. “In vista dei prossimi incontri in programma con la Commissione Bilancio della Camera dei deputati e, auspichiamo, con la presidenza del Consiglio dei ministri, rivolgo un appello a tutte le forze politiche operanti sul territorio affinché vogliano condividere l’iniziativa, ciascuno con i propri mezzi, per consentire alla Comunità di poter contare su un’opera infrastrutturale che migliorerà sensibilmente le condizioni di vita”.