Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Spaccio, pusher sorpreso con mezzo etto di cocaina. Condannato a 18 mesi

  • a
  • a
  • a

E’ stato condannato dopo una notte gli arresti domiciliari. Si è celebrato il processo per direttissima per un trentenne di Tuscania che giovedì sera è stato trovato in possesso di oltre 50 grammi di cocaina. Il giudice lo ha condannato a un anno e sei mesi con la condizionale, dunque l’uomo è tornato libero.

I carabinieri hanno seguito i suoi spostamenti per giorni. Infatti, grazie a una serie di attività informative, i militari hanno iniziato a indagare su un giro di droga che ruotava proprio intorno al trentenne. Sui suoi passi dunque si sono messi si i carabinieri del nucleo investigativo e quelli della Compagnia di Tuscania. I militari hanno notato uno strano via vai intorno alla sua abitazione e dunque nella serata di giovedì hanno deciso di intervenire.

Appena il trentenne è uscito di casa è stato accerchiato e bloccato. E’ scattata la perquisizione e addosso i carabinieri gli hanno trovato una bustina di polvere bianca che, dopo i test di rito, è risultata essere cocaina. In tutto 54 grammi.

L’uomo è stato portato in caserma dove, sostanzialmente, è rimasto in silenzio. Per lui sono dunque scattati gli arresti domiciliari con l’ipotesi di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, considerando anche il notevole quantitativo di cocaina che aveva addosso.

Dunque l’uomo è stato condotto davanti al giudice che, dopo aver convalidato il fermo disposto d’iniziativa dai militari, ha condannato per direttissima il trentenne a un anno e mezzo. Pena sospesa con la condizionale visto che l’uomo era incensurato.