Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giunta Giampieri, due assessori a FdI e Lega, uno a FI

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Due assessori a Fratelli d’Italia, due alla Lega e uno a Forza Italia. Due uomini e tre donne, o viceversa. Tutti interni. E’ questo il criterio che il neo sindaco di Civita Castellana Luca Giampieri ha intenzione di seguire, salvo indicazioni diverse da parte degli alleati, nella composizione della giunta. Giampieri conta di chiudere la partita in fretta, già entro questa settimana in modo da essere operativo dall’inizio della prossima: “E’ la città che ce lo chiede, Civita Castellana non può attendere oltre”, sottolinea il primo cittadino.
“Il metodo che seguirò - spiega - è quello della rappresentanza: ogni due consiglieri scatta un assessore”. Nella nuova giunta Giampieri, Fratelli d’Italia, primo partito con il 23,49% dei voti (1.763), avrà quindi tre rappresentanti, compreso il sindaco. La Lega, che ha subito una vera e propria emorragia di consensi rispetto allo scorso anno passando dal 32 al 13,96% (1.048 voti), avrà due assessori compreso il vicesindaco. I patti elettorali erano chiari: il candidato salviniano della prima ora Matteo Massaini aveva fatto un passo indietro in cambio della poltrona di vice in caso di vittoria. Tra i meloniani in pole position per un posto in giunta ci sono Simonetta Coletta, prima degli eletti (219 preferenze), l’ex assessore ai servizi sociali Carlo Angeletti (208), Massimiliano Carrisi (170) e l’ex assessora al turismo Angela Consoli (140). Tra i leghisti i più votati sono stati Massaini (154), Giulia Pieri (153) e Andrea Sebastiani (110). L’assessorato in quota Forza Italia (667 voti di lista, pari all’8,89%), salvo nomine esterne, se lo contenderanno il capolista Claudio Parroccini (208) e Silvia La Bella (67).