Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, l'assessore Allegrini: "Una cabina di regia per il centro storico"

Roberto Pomi
  • a
  • a
  • a

“Serve un piano da hoc per San Pellegrino”. Così l’assessore Laura Allegrini, che non nasconde i problemi del quartiere: “E’ necessaria - dice - un’azione di rilancio profonda. Per farlo occorrono una cabina di regia e risorse straordinarie perché lì ogni cosa che muovi costa dieci volte di più. Ci sono problemi strutturali che riguardano le pavimentazioni, l’illuminazione, l’arredo urbano. Ma anche questioni pratiche come la pulizia. Su questo il sindaco si sta dando molto da fare, guardando più che all’appalto ponte al capitolato della nuova gara. L’intenzione è di ripristinare lo spazzamento manuale e di prevedere un sistema di raccolta della differenziata più volte al giorno per impedire accumuli da parte di attività e ristoranti sulle vie”. Intanto, nei giorni scorsi, un’attività di ristorazione di piazza Cappella, davanti Palazzo degli Alessandri, ha chiuso per trasferirsi in via Francesco Baracca sulla Teverina. Segno di un quartiere che male si concilia con il business. L’assessore parla anche del delicato tema movida: “Se vogliamo rilanciare il centro dobbiamo puntare sì sui turisti ma prima ancora su chi ci abita, che va quindi messo in condizione di vivere bene, e su chi ci lavora. Abbiamo avuto un’estate positiva con un fitto cartellone culturale. La gente è uscita per partecipare agli eventi e questa è la parte sana del divertimento. Per stroncare gli eccessi stiamo lavorando al potenziamento delle telecamere”.