Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Santa Rosa, nel santuario messe con massimo 200 partecipanti e obbligo di mascherina

  • a
  • a
  • a

In occasione della festa di Santa Rosa, la diocesi di Viterbo comunica che “l’ingresso al santuario, e quindi la partecipazione alle celebrazioni liturgiche, e l’accesso al corpo di Santa Rosa e agli spazi del monastero dove è allestita la mostra Testimoni di fede in terra di Tuscia non è consentito a quanti presentino sintomi influenzali e/o respiratori; a quanti presentino una temperatura corporea pari o superiore ai 37,5° C; a quanti sono stati in contatto con persone positive al Covid-19 nei giorni precedenti. L’ingresso al santuario è consentito a un massimo di 200 persone per ogni celebrazione liturgica”.

Inoltre “l’ingresso al santuario e agli altri spazi è consentito ad una persona alla volta, rispettando la distanza di 1,5 metri. È obbligatorio l’uso della mascherina”.

Per favorire una ampia, ordinata e sicura partecipazione alle celebrazioni liturgiche, nei giorni della festa si prevedono numerose celebrazioni eucaristiche. Il vescovo Lino Fumagalli presiederà nei giorni mercoledì 2 settembre alle ore 18.30, riservata ai figuranti del corteo storico; giovedì 3 settembre alle ore 18.30, riservata ai facchini di Santa Rosa; venerdì 4 settembre alle ore 10.30, con ingresso consentito ai fedeli muniti di biglietto (gratuito) che potrà essere ritirato da lunedì 31 agosto a mercoledì 2 settembre presso l’angolo dei ricordi del santuario. La messa solenne presieduta dal vescovo il 4 settembre alle ore 10.30 sarà trasmessa in diretta streaming e sui canali social della diocesi.