Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sono 7.800 gli aspiranti supplenti a caccia di una cattedra nella Tuscia

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Sono 7.800 gli aspiranti supplenti nella Tuscia. A tanto ammontano infatti le domande presentate alle nuove graduatorie provinciali (Gps) dalle quali l’ufficio scolastico attingerà per coprire tutti i posti, tra organici di diritto e organici di fatto, che resteranno liberi dopo la conclusione della fase- già in corso - delle immissioni in ruolo.

A fornire i numeri è la Uil Scuola di Viterbo, che complessivamente ha assistito 1.300 aspiranti prof nella fase di compilazione e inoltro delle domande, quest’anno per la prima volta completamente digitalizzate. Molte di queste 7.800 pratiche verranno però cassate, fa sapere la segretaria regionale della Uil Scuola Silvia Somigli a causa di errori formali o dichiarazioni mendaci.

In alcune regioni, secondo quanto riportano alcuni siti di informazione, addirittura il 50% delle domande rischiano di essere cestinate. Va detto che, al netto dei soggetti in malafede - ovvero coloro che hanno dichiarato titoli non posseduti - la compilazione delle domande, almeno per i più titolati, non era per niente semplice. Tanto che il ministero in più occasione è intervenuto con chiarimenti, aggiornamenti delle faq o addirittura con la correzione in corso d’opera di alcune voci che potevano dare adito a fraintendimenti. Soprattutto per quanto riguarda i titoli aggiuntivi valutabili (seconde lauree, master, dottorati, certificazioni linguistiche o informatiche, ecc.) il rischio di errori, formali o sostanziali, era molto alto. Tanto che sulle chat dei prof precari fioccano da giorni i messaggi allarmati di chi teme di finire fuori gioco.

Intanto sono iniziate dal 12 agosto anche nella Tuscia le immissioni in ruolo dalle graduatorie da concorso. Le operazioni per l’accettazione delle cattedre anche in questo caso vanno compiute in via telematica, attraverso il portale istanze on line: nella Tuscia i posti da coprire (negli organici di diritto) sono 365 tra scuola dell’infanzia, primaria, media e superiore.

“Chi concorre su più classi di concorso potrà scegliere la provincia tra le graduatorie in cui è presente, ovviamente solo se risulta essere in turno di nomina - spiega Silvia Somigli -. Chi non farà domanda avrà una nomina di ufficio. La scelta della sede potrà avvenire dal 17 agosto sempre su istanze on line. Il 20 agosto si concluderanno le operazioni di immissioni in ruolo da concorso. Abbiamo chiesto di sistemare tutte le graduatorie, troppo spesso modificate. Dal 21 al 26 agosto si procederà con le surroghe, mentre dal 26 inizieranno le immissioni in ruolo dalle graduatorie ad esaurimento. Entro il 31 agosto verranno pubblicate le assegnazioni provvisorie”.

Per il 1° settembre è prevista invece la pubblicazione delle Gps. La segretaria della Uil Scuola invita tutti i docenti e aspiranti tali a controllare bene la posta elettronica abbinata a istanze on line. “I nostri uffici resteranno aperti - conclude Somigli -. E’ possibile contattarci ai numeri: 340-6649152; 349-7417930 e 392-8280604”.