Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, raccolte 15 mila firme per riaprire l'ospedale Sant'Anna di Ronciglione

  • a
  • a
  • a

Sono state raccolte 15.000 firme a favore della riapertura dell’ospedale Sant’Anna, grazie alla collaborazione degli esercenti di tutto l’hinterland, ovvero di tutti i centri a sud di Viterbo, che rappresentano il bacino d’utenza del nosocomio”. Soddisfatto, ma non basta, l’ex consigliere Fabio Troncarelli, uno dei tanti impegnati nella lotta a favore della sanità e soprattutto a favore della riapertura del presidio ospedaliero locale. “Dati alla mano - precisa -, nel 2018, l’ospedale di Belcolle ha praticato ben 46.401 prestazioni di pronto soccorso, con carenza di personale, affollamento dei locali e cure mediche in tempi lunghi. Il tutto poteva e può cambiare riaprendo i piccoli ospedali che andrebbero a decongestionare Belcolle e appoggiando quanto fatto presente in Regione, con interrogazione a risposta scritta, della consigliera Silvia Blasi, a difesa dei 70.000 utenti del Sant’Anna, dislocati su tutto il territorio di competenza”. “Ora, regna il silenzio dei grandi nomi. I politici con la p maiuscola non si pronunciano. Mi chiedo se non non sono i sindaci i primi garanti della salute dei cittadini - conclude Troncarelli- A questo proposito ringrazio l’unico schierato apertamente a difesa del Sant’Anna: il primo cittadino di Monterosi, il dottor Biglietti”.