Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fuga dal centro rifugiati di Orte, il sindaco Giuliani chiede al ministro un commissariato di polizia

Il centro di accoglienza "Carpe Diem" di Orte

  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Orte Angelo Giuliani scrive al ministro degli Interni Lamorgese chiedendo l'istituzione di un commissariato di polizia nella cittadina. Alla luce di quanto accaduto nelle ultime ore, la fuga di due degli otto migranti trasferiti al centro di accoglienza "Carpe Diem", il primo cittadino di Orte esprime forte preoccupazione al ministro: "Vale la pena richiamare i dati statistici ufficiali che riguardano l’immigrazione a Orte - scrive Giuliani -: 2.002 stranieri registrati su 9.449 abitanti, pari al 21,19% della popolazione residente, percentuale doppia rispetto alla Tuscia e alla regione Lazio e tripla rispetto a tutto il territorio nazionale)- Ma a questi è necessario aggiungere un dato ancora più eclatante, vale a dire la presenza di un vero e proprio ìpopolo fantasmaì che si manifesta nella nostra città nelle ore notturne, salvo poi scomparire per varie attività nella Capitale o nelle vicinanze della stessa, con sostanziale impossibilità di monitoraggio in ordine al numero e all’identità delle persone, anche in previsione del controllo sanitario riferito alla pandemia. Per questo chiedo che non vengano più trasferiti nuovi migranti nel territorio comunale, vista la saturazione del bacino alla luce dei dati sopra riportati. Allo stesso tempo, si richiede con urgenza l’istituzione di un commissariato di polizia operativo presso questo Comune, che possa dotare il territorio di servizi amministrativi connessi al fenomeno migratorio, e al contempo svolga una azione di prevenzione e repressione di tutti quei comportamenti che ancora ostacolano la normalizzazione della vita civile all’interno della nostra comunità".