Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rifugiati a Proceno, Battistoni e il sindaco Pellegrini: "Due positivi al coronavirus e due già fuggiti"

  • a
  • a
  • a

"La questione degli immigrati collocati nel Comune di Proceno sta letteralmente sfuggendo di mano. Due persone positive, altre due sono scappate dalla struttura verso la Cassia che il ministero ha individuato per il loro collocamento". A renderlo noto in un comunicato congiunto il senatore di Forza Italia, Francesco Battistoni, e il sindaco Cinzia Pellegrini: "Proceno, Comune che ha avuto zero contagi durante questa pandemia - si legge nella nota - sta rischiando di scontare una colpa che non ha per via di una esposizione sanitaria assolutamente non dovuta. Ricordiamo che l'amministrazione ha da subito mostrato contrarietà, anche rispetto alla non idoneità dei locali in cui gli immigrati osservano la quarantena. La dimora infatti non è controllabile ed il rischio di fuga è elevatissimo, nonostante il grande sforzo dei carabinieri che presidiano la zona.  È auspicabile, per ragioni di pubblica sicurezza, che queste persone, delle quali non si conoscono nominativi, il numero esatto e la provenienza, vengano trasferiti in luoghi più adatti alla loro socialità come strutture dismesse, ex caserme o ex scuole o strutture ospedaliere dedicati. Ci opporremo in tutti i modi verso la scelta di mantenere questa accoglienza nel Comune di Proceno. Un'accoglienza verso la quale non si è in grado oggettivamente di fare fronte. Il nostro territorio non è in vendita e non può essere utilizzato a nostra insaputa senza che l'amministrazione sia parte del processo decisionale".