Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Multe, a Oriolo Romano il centrodestra chiede al Comune di spegnere il "targa system"

  • a
  • a
  • a

Multe, a Oriolo Romano il centrodestra chiede al Comune di spegnere il "targa system"

Correva l'anno 2016 quando l'attuale amministrazione comunale di centrosinistra,inaugurava sistema denominato "targa system". Purtroppo però questo risultato ha vissuto quasi subito la sua parabola discendente in quanto già negli scorsi anni, il Ministero dell'Interno paventava attraverso le sue circolari, il rischio di annullamento per tutte le contravvenzioni elevate dal sistema "targa system" con contestazione differita, in quanto strumento non omologato.
"La nostra Polizia Locale, agli ordini diretti del sindaco Rallo, non si è mai posto il problema delle circolari ministeriali, andando avanti come se nulla fosse, come se Oriolo fosse un comune a statuto speciale e continuando ad elevare verbali con le telecamere di videosorveglianza di questo discutibile sistema", dicono dal centrodestra. 
Ad inizio del mese di Luglio 2020 poi, il Ministero dell'Interno ha fornito le linee guida, l'indirizzo uniforme agli organi di Polizia Stradale sul tema della contestazione differita, dell'assenza di copertura assicurativa e della revisione, e con circolare Prot. n. 300/A/4684/20/127/9 del 03/07/2020, ha deciso che il controllo non potrà essere effettuato in modo massivo a tutti i veicoli in transito e l'accertamento potrà avvenire solo a chi commette infrazione per eccesso di velocità, agli abusivi della Ztl, o delle corsie bus.
"Dopo l'ennesima circolare del Ministero ci aspettiamo quindi l'immediato spegnimento del sistema di controllo "targa system" utilizzato nel nostro comune e usato semplicemente per rimpinguare le malandate casse comunali. 
Carta alla mano, tenuto conto degli innumerevoli verbali elevati negli anni, si profila un superlavoro dell'ufficio preposto che dovrà annullare in autotutela i verbali, mentre per le entrate comunali si profila un vero e proprio salasso, con un buco di centinaia di migliaia di euro già accertato nell'ultimo Consiglio comunale. Oltre al mancato introito delle somme vi sono da aggiungere le spese sostenute dal Comune per la stampa, l'imbustamento e l'invio dei verbali, spese che ammonterebbero a migliaia di euro.  L' unica nostra richiesta a chi di dovere, è quella di adeguarsi alle norme e far pagare di tasca propria chi ha sbagliato, chi ha preso questa decisione deprecabile",
concludono dal centrodestra.