Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Da lunedì 27 luglio riaprono le Terme di Cotilia grazie a protocollo anti Covid

  • a
  • a
  • a

Lunedì 27 luglio riapre Cotilia Terme; la struttura riprende le attività nel segno del rispetto delle norme anti Covid 19, a seguito di un’emergenza che ha rimesso al centro la cura terapeutica dell'acqua sulfurea.

Grazie alla collaborazione di professionisti di settore è stato sviluppato un avanzato protocollo di sicurezza: oltre al distanziamento sociale, sono stati validati orientamenti per garantire i percorsi di tutte le prestazioni socio-sanitarie, con la garanzia di sanificazione dei punti di contatto almeno 3 volte al giorno e il ricambio totale e costante d’aria sanificata con lampade UVC.

L’acqua di Cotilia Terme è classificata come sulfurea salsobromoiodica, poiché contiene una rilevante quantità di zolfo, sotto forma di idrogeno solforato, sodio, bromo e iodio. Con queste caratteristiche biochimiche si presenta come un farmaco naturale dall’azione terapeutica che coinvolge tutto l’organismo e in particolare gli apparati respiratorio, circolatorio e ginecologico. Come tutte le acque sulfuree, ha un effetto antinfiammatorio, migliora il sistema immunitario e calmiera la carica batterica. "Le cure termali – spiega il Direttore Sanitario di Cotilia Terme, Diletta Marinetti rappresentano un valido strumento di prevenzione delle patologie croniche, aspetto la cui importanza è stata sottolineata anche dal Covid 19, che come il virus influenzale, ha colpito prevalentemente i soggetti in tal senso più esposti. Sottoporsi alle  cure inalatorie alle alte vie respiratorie riduce, negli anni successivi,  le probabilità di contrarre virus e batteri".