Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Monteromano, i cittadini sulle barricate per non far chiudere la banca

  • a
  • a
  • a

Arrabbiati e delusi i cittadini di Monte Romano dopo aver saputo l’intenzione della sede centrale della Bcc Roma di chiudere la filiale del paese. Sono giorni che si rincorrono le voci e insieme ad esse anche il malumore degli abitanti per una agenzia importante ed essenziale sotto tanti punti di vista. Già da qualche settimana l’apertura della filiale è stata ridotta a due volte alla settimana, prevedendo aperture extra nei giorni di erogazione della pensione ma la paura è che tutto questo sia il preludio di una chiusura totale.

“Adesso ci lasciano anche senza una banca - afferma un abitante del piccolo paese della Tuscia -. Dopo saremo costretti ad andare a Tarquinia o Montalto”. Un disagio enorme per tutti ma soprattutto per quelle persone anziane che hanno evidenti difficoltà nel muoversi da sole. “Non ci daremo per vinti - sostiene un altro - faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per scongiurarne la chiusura” e difatti è già partita una raccolta firme perché “non si può dimenticare che non tutti ma nello specifico gli anziani, hanno la possibilità di strumenti informatici e soprattutto la capacità di effettuare operazioni online o in via telematica ma hanno bisogno di un contatto diretto e immediato con gli operatori bancari”.

Per non parlare delle attività economiche locali che in un periodo funestato dal coronavirus si ritrovano senza la professionalità, l’aiuto e il supporto economico e sociale di una banca del territorio. “Il ruolo e la presenza costante di una banca - si legge nel foglio della raccolta firme - in una realtà piccola come la nostra, risulta essere fondamentale nella quotidianità degli utenti ma lo è soprattutto per lo sviluppo e il progresso della comunità, al servizio della quale, svolge un’opera di primaria importanza e di pubblica utilità”.

Motivo per cui attraverso la sottoscrizione popolare, i cittadini di Monte Romano intendono chiedere alla direzione generale della Bcc di Roma di “ripristinare l’apertura quotidiana dell’agenzia del paese potenziandola nei servizi e nel personale affinché possa continuare a essere al fianco dei propri soci e clienti e al servizio della intera collettività”. La raccolta continua.